Jeremy Clarkson va matto per le italiane!

... ma si tratta di auto: nel cuore di Jeremy (e nella sua top ten) ci sono Alfa Romeo 4C, Ferrari 488 GTB e Lamborghini Aventador.

A Jeremy Clarkson piacciono le italiane. Ma devono essere sexy, intriganti e suscitare emozioni particolari. Stiamo parlando di donne? Non propriamente: almeno, non è questo il soggetto al quale si è rivolto il popolare "Jezza" in un suo recente articolo apparso su driving.co.uk. In questo caso, Jeremy Clarkson si è focalizzato (e non poteva essere altrimenti) sulle autovetture che secondo lui possiedono un particolare appeal.

Ed ecco che, in una personale top ten, per Clarkson compaiono tre prodotti "di casa nostra". Si tratta, nell'ordine, di Alfa Romeo 4C, di Ferrari 488 GTB e di Lamborghini Aventador. Non ci sono priorità di classifica, l'elenco stilato da Clarkson non ha assegnato alcun punteggio ai singoli modelli. Vale dunque la pena esaminare il giudizio riservato dall'ex conduttore di Top Gear alle tre "super italiane" in paragone alla produzione estera da lui definita più rappresentativa (Mazda MX-5 2.0, Mercedes - Amg GT S, Ford Focus RS, Ford Mustang 5.0 V8 GT, Volvo XC90 D5 AWD, Opel Zafira Tourer 1.6 CDTi, Bmw M2).

Per Clarkson, Alfa Romeo 4C è "Un cucciolo di Ferrari". Il popolare Jeremy afferma senza mezzi termini di adorarla (e, come sempre succede, ne apprezza in modo particolare quei piccoli difetti che rendono ancora più "vitale" un oggetto: nello specifico, il gran rumore che si sprigiona nell'abitacolo e la inesistente visuale posteriore). Alfa Romeo 4C, secondo Clarkson, è nello stesso tempo ultrasportiva, coinvolgente e diversa da altre Gt, ma non per questo complessa da pilotare.

Ed è ovvio che il giudizio non poteva essere molto differente per la "sorella maggiore", cioè Ferrari 488 GTB. Della "berlinetta" di Maranello che raccoglie l'eredità di 458, Jeremy ne sottolinea la "perfezione" tout court. Sotto il cofano non c'è più l'alimentazione "aspirata" (tuttavia, sottolinea Clarkson, neanche la F40, ultima Ferrari creata sotto la guida del Drake Enzo Ferrari, era "aspirata"), ma il sound sprigionato dallo scarico è quello di una vera Ferrari. Tutto questo, con in più una notevole semplicità di utilizzo. In sostanza: Ferrari 488 GTB è al di sopra della concorrenza.

Last but not least, è la volta di Lamborghini Aventador: tutta un'altra storia rispetto a Ferrari 488 GTB (e, del resto, tutto un altro segmento di mercato). È ingombrante, è pesante, i freni non sempre sono all'altezza del compito che viene loro richiesto. Ma, per gli impieghi verso i quali (con un po' di tristezza...) la maggior parte delle Aventador vengono portate - ovvero: non in pista, ma nello "struscio" delle località più in - Aventador va benissimo: super aggressiva, si fa notare immediatamente. In questo, non ha rivali.

Se vuoi aggiornamenti su JEREMY CLARKSON VA MATTO PER LE ITALIANE! inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 23 agosto 2016

Vedi anche

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Controllare sempre il libretto d’uso e manutenzione per conoscerne la viscosità.

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

In occasione del Motor Show di Bologna del 2005 fece il suo debutto un originale fuoristrada firmato Fiat con chiare origini militari.

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Spifferi dal circus: contatti avviati tra il team tedesco ed il pilota asturiano