La Benelli dichiarata fallita dal Tibunale di Pesaro

La pluricentenaria casa del Leoncino pronta a ricorrere in Appello

Triste epilogo per la Benelli Qj, la storica casa produttrice di moto e scooter è stata infatti dichiarata fallita dal Tribunale di Pesaro con sentenza emessa il 19 luglio, mentre il2 6 settembre scadrà il termine per il deposito dell'ammissione allo stato passivo. Il commercialista Vincenzo Galasso è stato nominato in qualità di curatore fallimentare.

Una sentenza che ha spiazzato la Benelli. "Il credito vantato dalla società fornitrice che ha proposto l'istanza (che ammonta a 120mila euro, ndr), era stato a suo tempo contestato, anche se, ai fini della risoluzione della questione, Benelli aveva manifestato l'intenzione di procedere al pagamento, come in effetti sta facendo. Benelli sta già organizzando il reclamo alla Corte D'Appello di Ancona, in quanto il proprio bilancio è solido e dispone di liquidità sufficiente per l'adempimento delle obbligazioni assunte".

La Benelli fu fondata nel 1911 dai sei fratelli Benelli, Tonino, Francesco, Giovanni, Giuseppe, Filippo e Mimo. Vanta sette mondiali vinti grazie, fra l'altro, a campioni del calibro di Renzo Pasolini e Jarno Saarinen. Nel 2005 il passaggio alla cinese Qianjiang Group. Questa la nota emessa dalla società

Se vuoi aggiornamenti su LA BENELLI DICHIARATA FALLITA DAL TIBUNALE DI PESARO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 26 luglio 2016

Vedi anche

Gruppo Volkswagen, vendita di Ducati in vista?

Gruppo Volkswagen, vendita di Ducati in vista?

Reuters: "In corso contatti tra il colosso di Wolfsburg e la società di consulenza Evercore"

Wrap advertising: se l’auto ha la pubblicità

Wrap advertising: se l’auto ha la pubblicità

Una formula che consente di ottenere un vantaggio economico accettando di incollare delle pellicole pubblicitarie sulla propria auto.

Gare clandestine nella provincia di Modena: tragedia sfiorata

Gare clandestine nella provincia di Modena: tragedia sfiorata

Una donna racconta: "Centrata in pieno da una Ferrari sulla Modena-Sassuolo, viva per miracolo"