DoNotPay, la contestazione delle multe si fa attraverso la app

Non pagare è l'applicazione creata da un giovanissimo studente di Stanford

Si chiama DoNotPay ed è l'app che aiuta gli automobilisti a contestare le sanzioni che ritengono ingiuste. E' stata creata da un 19enne studente di Stanford ed ha avuto enorme successo specie in grandi metropoli come Londra e New York.

Su 250mila casi sottoposti, DoNotPay ha avuto ragione 160mila volte, ovvero nel 64% delle occasioni. Una percentuale altissima.

Ma come funziona DoNotPay? Si tratta di un avvocato virtuale che, porgendo specifiche domande all'utente, lo guida attraverso l'iter burocratico per l'impugnazione della multa.

A quel punto l'app elabora le informazioni trasformandole nell'appello che presenterà presso l'organismo che si occupa dei parcheggi.

Se vuoi aggiornamenti su DONOTPAY, LA CONTESTAZIONE DELLE MULTE SI FA ATTRAVERSO LA APP inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 04 luglio 2016

Vedi anche

Guida autonoma, Uber sospende i test

Guida autonoma, Uber sospende i test

La decisione dopo un incidente accaduto a Tempe, in Arizona

Duellava con le supercar a bordo di una moto: 2 anni di carcere

Duellava con le supercar a bordo di una moto: 2 anni di carcere

Eugene Edward McMahel, militare americano di stanza a Vicenza noto on line come Max Wrist, riprendeva le sue imprese per poi caricarle su Youtube

Alfa Romeo Giulia Milano, in Cina 33" per venderne 350 online

Alfa Romeo Giulia Milano, in Cina 33" per venderne 350 online

E' accaduto durante un evento promosso da Alibaba, il "Tmall Super Brand Day"