Pagare le multe a rate, ecco come fare

Ecco cosa bisogna fare per pagare le multe a rate

Pagare le multe a rate, ecco come fare

di Giovanni Mercadante

22 giugno 2016

Ecco cosa bisogna fare per pagare le multe a rate

Se siete in difficoltà economica e avete preso una bella multa salata, avete la possibilità di pagarla a rate. Lo prevede l’articolo 202 bis del codice della strada. Per avere questa opportunità, però, bisogna rispondere a determinati requisiti: versare in condizioni economiche ove il reddito imponibile Irpef non superi 10.628,16 euro, se si convive con coniuge o altri familiari, il reddito cui fare riferimento è dato dalla somma di tutti i componenti del nucleo. La rateazione, in ogni caso, è prevista per le somme superiori o pari a 200 euro. Per fare richiesta di rateazione, bisogna rivolgersi al Prefetto in caso di multa fatta da agenti dello Stato o al presidente della giunta regionale/provinciale/sindaco se la multa è stata accertata da funzionari ufficiali e agenti di regioni, province o comuni, entro e non oltre i 30 giorni dalla data di contestazione o notifica della violazione. La decisione di accoglimento o rigetto della richiesta di rateizzazione è a discrezione dell’autorità a cui è stata presentata l’istanza, se quest’ultima venisse rigettata, il soggetto dovrà pagare la multa entro 30 giorni dalla notifica.

 

Il pagamento rateizzato, comunque, non potrà superare un massimo di dodici rate se l’importo non supera i duemila euro e 24 rate se non supera i cinque mila euro. Sopra quest’ultima cifra il massimo sarà di 60 rate. Ogni rata non potrà avere un importo inferiore ai 10o euro in ogni caso. Se il debitore è un cattivo pagatore, infine, non potrà più beneficiare di questa opportunità.

No votes yet.
Please wait...