Moto GP: tutti i motivi per cui Valentino potrebbe vincere il Mondiale

Con soli 22 punti di distacco dal primo posto, Valentino Rossi ha tantissimi motivi per poter vincere il decimo titolo iridato.

Valentino Rossi è riuscito a dimostrare di essere il protagonista indiscusso anche nella stagione 2016 del  Mondiale di MotoGp: dopo la vittoria Jerez e quella di Catalogna, il Dottore alla "tenera" età di 37 anni può puntare a vincere il suo decimo titolo mondiale. Dopo i due successi in Spagna, rossi si trova terzo in classifica generale, a soli 22 punti dalla vetta guidata da Marc Marquez.

I motivi per cui Valentino potrebbe vincere il mondiale sono davvero tanti: a spingere Rossi verso la grande impresa c'è certamente la voglia di riscatto, maturata dopo il "biscotto spagnolo" che ha caratterizzato la fine della scorsa stagione. La forte motivazione potrebbe quindi fare la differenza e spingere il 9 volte Campione del Mondo verso la vittoria del titolo. Inoltre, non si parla di un titolo qualunque, ma del decimo, ovvero un obiettivo decisamente storico, considerando che meglio di lui ha fatto solo Giacomo Agostini con 15 campionati conquistati.  

Valentino Rossi può contare quest'anno su una Yamaha decisamente straordinaria, capace di adattarsi al meglio ad ogni tracciato. Il campionato di quest'anno sembra inoltre molto equilibrato, considerando che molti piloti si stanno rivelando particolarmente insidiosi: non solo Marquez e Pedrosa, ma anche Iannone, Dovizioso e  Vinales, con quest'ultimo che sta dando il meglio di se in gara. Questo equilibrio potrebbe favorire Rossi che più di una volta è riuscito a dimostrare di trarre vantaggio da questo tipo di situazioni.

Rossi è inoltre molto costante e difficilmente finisce fuori gara prima del tempo, al contrario dei suoi avversari che in più di un'occasione hanno dovuto abbandonare la pista a causa di cadute o incidenti. Infine, la sfida tra Marquez e Lorenzo per la conquista del titolo potrebbe far commettere qualche passo falso ai due piloti spagnoli, favorendo in questo modo il campione di Tavullia verso la corsa del decimo titolo mondiale.

Al contrario dei due spagnoli, Valentino Rossi ha dimostrato molto sangue freddo e forza di volontà che lo hanno portato in due sole gare a recuperare quasi tutto il gap accumulato all'inizio della stagione. Rossi riesce a non abbattersi ne a scoraggiarsi anche nei momenti più tesi e difficili, mantenendo un self control davvero invidiabile. Allo stesso modo, anche quando vince e stravince, non si esalta mai troppo, cercando così di mantenere l'equilibrio necessario per sferrare l'attacco finale ai proprio avversari.

Se vuoi aggiornamenti su MOTO GP: TUTTI I MOTIVI PER CUI VALENTINO POTREBBE VINCERE IL MONDIALE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 14 giugno 2016

Vedi anche

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Controllare sempre il libretto d’uso e manutenzione per conoscerne la viscosità.

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

In occasione del Motor Show di Bologna del 2005 fece il suo debutto un originale fuoristrada firmato Fiat con chiare origini militari.

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Spifferi dal circus: contatti avviati tra il team tedesco ed il pilota asturiano