Morte Jules Bianchi, la famiglia chiede un risarcimento danni

"Cerchiamo giustizia per Jules, - ha dichiarato Philippe Bianchi, padre di Jules- e vogliamo stabilire la verità"

A distanza di qualche mese dalla morte di Jules Bianchi, il pilota di Formula 1 deceduto dopo il terribile incidente al Gran Premio del Giappone 2014 e dopo un lungo periodo di coma, i familiari hanno deciso di chiedere un risarcimento danni alla Federazione Internazionale dell’automobilismo.

"La famiglia Bianchi - ha detto l'avvocato Julian Chamberlayne - è determinata a che questo procedimento legale chiami in causa tutte le parti coinvolte per fornire le risposte e accertare le responsabilità di ogni eventuale colpevole mancanza".

Secondo la famiglia di Bianchi, a causare l’incidente e quindi la successiva morte del figlio sarebbero stati diversi soggetti, ognuno dei quali con precise responsabilità. La “progettazione, nei tempi, nell’organizzazione e lo svolgimento della gara”, svoltaai in “condizioni rischiose durante la stagione dei tifoni” sarebbero le due cause scatenanti dell’incidente.

“Cerchiamo giustizia per Jules, - ha dichiarato Philippe Bianchi, padre di Jules- e vogliamo stabilire la verità sulle condizioni che hanno portato all'incidente di nostro figlio durante il Gran Premio del Giappone abbiamo tante domande senza risposta e la netta sensazione che l'incidente e la morte di Jules si sarebbe potuta evitare se non fossero stati commessi una serie di errori”. 

 

Se vuoi aggiornamenti su MORTE JULES BIANCHI, LA FAMIGLIA CHIEDE UN RISARCIMENTO DANNI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 27 maggio 2016

Vedi anche

Guida autonoma, Uber sospende i test

Guida autonoma, Uber sospende i test

La decisione dopo un incidente accaduto a Tempe, in Arizona

Duellava con le supercar a bordo di una moto: 2 anni di carcere

Duellava con le supercar a bordo di una moto: 2 anni di carcere

Eugene Edward McMahel, militare americano di stanza a Vicenza noto on line come Max Wrist, riprendeva le sue imprese per poi caricarle su Youtube

Alfa Romeo Giulia Milano, in Cina 33" per venderne 350 online

Alfa Romeo Giulia Milano, in Cina 33" per venderne 350 online

E' accaduto durante un evento promosso da Alibaba, il "Tmall Super Brand Day"