Tesla pensa ad un network per la ricarica delle sue auto

L'azienda sta stringendo accordi con hotel, ristoranti e centri commerciali per dare vita al progetto Destination Charging

Si chiama Destination Charging ed è il progetto della Tesla che prevede un fitto network di postazioni di ricarica per le sue auto.

Per questo motivo, nelle ultime settimane, la casa di Palo Alto sta stringendo accordi con hotel, ristoranti e centri commerciali.

Chi possiede una Tesla potrà contare sulla mappa che, attraverso il navigatore, mostrerà tutti i Tesla Wall Connector. Per i commercianti un doppio affare: ne guadagneranno in visibilità ed in una clientela che, nel corso di una ricarica, potrebbe facilmente darsi allo shopping o concedersi un pasto.

Per incentivare il suo "Destination Charging", Tesla promette di ricevere i primi due connettori a costo zero. Inoltre, chi vuole, può segnalare alla azienda americana una location, che poi sarà successivamente valutata.

In Italia, attualmente, il punto di ricarica più a meridione si trova a Roma. Milano e Verona hanno invece ben due postazioni.

E' un momento felice per la casa di Elon Musk. La nuova Model 3 ha incassato già 115 milioni per 115mila esemplari prenotati.

 

 

Se vuoi aggiornamenti su TESLA PENSA AD UN NETWORK PER LA RICARICA DELLE SUE AUTO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 27 aprile 2016

Vedi anche

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Controllare sempre il libretto d’uso e manutenzione per conoscerne la viscosità.

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

In occasione del Motor Show di Bologna del 2005 fece il suo debutto un originale fuoristrada firmato Fiat con chiare origini militari.

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Spifferi dal circus: contatti avviati tra il team tedesco ed il pilota asturiano