La verità sul guasto di Vettel

Guai grossi per la Ferrari: ecco perché la monoposto del tedesco si è rotta durante il giro di formazione in Bahrain

La verità sul guasto di Vettel

di Giuseppe Catino

07 aprile 2016

Guai grossi per la Ferrari: ecco perché la monoposto del tedesco si è rotta durante il giro di formazione in Bahrain

Guai grossi in casa Ferrari. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, la monoposto di Sebastian Vettel, il cui motore è esploso nel corso del giro di formazione in Bahrain, ha subito il cedimento della parete di un pistone.

Un grosso guaio, collegabile fra l’altro a quanto accaduto nei test del Montmelò. La Ferrari starebbe provando a seguire la Mercedes sulla strada che prevede l’aumento della pressione nella camera di combustione, consentendo al motore elettrico di funzionare come uno a benzina. Una rivoluzione che potrebbe arrivare presto anche nell’industria automobilistica che “sforna” prodotti di serie.

La Casa tedesca ha già sperimentato con successo il celebre ‘manettino’, misterioso bottone di cui si è parlato già nella scorsa stagione, acquisendo un vantaggio rispetto alle altre scuderie. La Ferrari sabato lo ha utilizzato, ma domenica ha pagato lo sforzo.

La tecnologia (denominata HCCI), d’altronde, è ancora in una fase di studio. Attualmente funziona solo per pochi giri. Non per niente la Mercedes la utilizza solo nelle qualifiche, ottenendo quasi sempre preziosi vantaggi.