La Ferrari scende in pista con il nuovo sistema Halo

Al Montmelo' le rosse con l'asse di carbonio protettivo per la testa. Raikkonen: "Non pregiudica la visibilità"

La Ferrari ha girato sulla pista del Montmelo' con il sistema Halo, l'asse di Carbonio che gira intorno all'abitacolo e protegge il pilota da eventuali corpi contundenti.

Il sistema, messo allo stduio dalla Mercedes e dalla Fia, sarà obbligatorio a partire dal 2017, ma la Ferrari ha deciso di adottarlo già oggi tra la sorpresa generale.

Il sistema Halo rappresenta la soluzione ai problemi riscontrati nel corso del 2012, quando, a Spa, la Lotus di Grosjean decollò sfiorando il casco di Alonso.

Tre anni prima altro caso inquietante con una molla schizzata dalla monoposto di Barrichello che colpì Felipe Massa.

L'esperimento Halo è andato bene. Soddisfatto Raikkonen, che ha sottolineato come il sistema Halo non pregiudichi la visibilità. C'è invece da lavorare per quanto riguarda l'ingresso e l'uscita del pilota dall'abitacolo, che risulta poco agevole.

Terminato l'esperimento di Halo (per la verità durato solo un giro), la Ferrari ha effettuato altri 8 giri prima di riscontrare problemi di cablaggio. Nel pomeriggio

 

Se vuoi aggiornamenti su LA FERRARI SCENDE IN PISTA CON IL NUOVO SISTEMA HALO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 03 marzo 2016

Vedi anche

Adam Carolla mette in vendita la sua collezione di rarissime Lamborghini

Adam Carolla mette in vendita la sua collezione di rarissime Lamborghini

L'attore e doppiatore statunitense manda sul mercato vetture dal valore complessivo di circa 4 milioni e mezzo di dollari

Matteo Renzi al volante della Lamborghini Huracán LP610

Matteo Renzi al volante della Lamborghini Huracán LP610

Il presidente del consiglio in visita allo stabilimento di Sant'Agata Bolognese

Ferrari F40: prima il restauro, poi le fiamme

Ferrari F40: prima il restauro, poi le fiamme

Incendio per il gioiello di Maranello del 1987: colpa di una autocombustione che si è generata nel vano motore