Motogp, Valentino Rossi ci crede

Il Dottore al termine della seconda giornata di prove a Phillip Island: "Siamo tutti vicini, preferisco così"

Valentino Rossi è molto soddisfatto al termine della seconda giornata di prove a Phillip Island. Il Dottore ha sottolineato la differenza rispetto a quanto accaduto a Sepang, dove Lorenzo gli aveva dato quasi un secondo di distacco.

"A Sepang Lorenzo era andato molto più forte, qui siamo tutti attaccati ed è la cosa che preferisco", le parole di Rossi "Se la gara si disputasse questo pomeriggio partiremmo alla pari, questa è la cosa fondamentale".

Il doppio innesto Michelin a base di elettronica e gomme ha soddisfatto il numero 46.  "Sto andando meglio che con le Bridgestone degli anni scorsi. Per me è stata una sorpresa. La Michelin ha migliorato l'anteriore e dietro c'è un buon grip. Sono soddisfato anche della resistenza perché ho fatto 20 giri con la stessa gomma".

La sorpresa a Phillip Island è rappresentata da Vinales: "A Sepang la Suzuki era in difficoltà, ma qui sta volando. Vinales è davvero un grande talento", ha sottolineato ancora Rossi.

"Mi piace il fatto che questa fase prestagionale si stia svolgendo su tre piste molto differenti. Per come stanno andando le cose, è probabile che durante il campionato le cose cambino molto da circuito a circuito".

"La moto giusta? Credo sia la 2015 ibrida. E' stato un peccato non aver provat oil telaio nuovo perché la bandiera rossa ci ha stoppato". Nulla da fare per la YZF-M1 evoluzione 2016, rimasta a guardare nel box.

Se vuoi aggiornamenti su MOTOGP, VALENTINO ROSSI CI CREDE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 18 febbraio 2016

Vedi anche

Rollback contachilometri, concessionaria Ferrari denunciata

Rollback contachilometri, concessionaria Ferrari denunciata

Un ex dipendente di una concessionaria di Palm Beach denuncia l'azienda: "Contachilometri portati all'indietro per vendere a prezzo più alto"

Prima gara senza piloti, primo incidente. Ironia Roborace: "Nessun ferito"

Prima gara senza piloti, primo incidente. Ironia Roborace: "Nessun ferito"

"Mentre cercava di superare i limiti dell’intelligenza artificiale, Devbot2 ha avuto un incidente nessun pilota è rimasto ferito"

Bugatti Chiron choc: 0-402 Km/h e stop in meno di un minuto

Bugatti Chiron choc: 0-402 Km/h e stop in meno di un minuto

L'indiscrezione su Twitter rilasciata da Dan Prosser