In Cina gli automobilisti uccidono i pedoni che investono

Sono innumerevoli i casi di guidatori che passano almeno due volte sui pedoni che buttano a terra, ecco perché

In Cina sono innumerevoli i casi di guidatori che passano almeno due volte sui pedoni che buttano a terra, e questo per essere certi di uccidere. Proprio così. Una 'moda' (con tanto di virgolette) inquietante derivata da una legge assurda, che a conti fatti penalizza più un guidatore che ferisce un pedone che uno che ammazza.

Un automobilista che ammazza un pedone è condannato a risarcire i familiari con un indennizzo compreso tra i 30mila ed i 50mila dollari, uno che invece ferisce una persona provocandogli danni permanenti sarà costretta a pagargli le spese sanitarie a vita. Un conto che può arrivare anche ad un milione di dollari.

Ecco perché si sono verificati casi come quello accaduto accaduto nel Guangdong, dove un automobilista, a bordo di una Bmw, ha investito un bambino di due anni per poi tornare indietro (scena ripresa dalle telecamere di sicurezza).

O ancora quello di una donna investita mentre si trovava a bordo di una bici e finita accoltellata dal guidatore. Si tratterebbe di omicidio volontario, certo. Ma la giustizia cinese ha maglie troppo larghe ed i colpevli riescono a farla quasi sempre franca.

 

Se vuoi aggiornamenti su IN CINA GLI AUTOMOBILISTI UCCIDONO I PEDONI CHE INVESTONO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 18 febbraio 2016

Vedi anche

Matteo Renzi al volante della Lamborghini Huracán LP610

Matteo Renzi al volante della Lamborghini Huracán LP610

Il presidente del consiglio in visita allo stabilimento di Sant'Agata Bolognese

Ferrari F40: prima il restauro, poi le fiamme

Ferrari F40: prima il restauro, poi le fiamme

Incendio per il gioiello di Maranello del 1987: colpa di una autocombustione che si è generata nel vano motore

Valentino Rossi continua anche dopo il 2018?

Valentino Rossi continua anche dopo il 2018?

Il Dottore: "Sono già in paranoia all'idea di dover smettere"