Roma, stanati i "furbetti delle targhe"

Truccavano il numero di targa per passare i varchi Ztl. Denunciati.

Passavano nei varchi ZTL senza permesso utilizzando un escamotage: mascheravano i numeri di targa. Succede a Roma dove, dopo alcune segnalazioni, un nucleo investigativo della Polizia di Roma Capitale ha scoperto diversi conducenti che avevano a loro carico verbali non pagati.

Tra questi, un signore toscano che nell’ultimo anno aveva collezionato numerosi verbali per passaggio nel varco ZTL senza permesso ma che allo stesso tempo dichiarava di non essere mai stato a Roma. Così i vigili hanno cercato di far luce sul caso e visionando le immagini hanno beccato i furbetti delle targhe che modificavano il numero di targa notificandogli, quindi, sia le multe che una denuncia per contraffazione e falso in atto pubblico commesso da privato.

Ma non è tutto: in un altro caso, una società aveva cambiato sede senza però trascrivere sulla carta di circolazione il nuovo indirizzo e i verbali per divieto di sosta -effettuati con lo street control- tornavano sempre indietro. Agli agenti è bastato così risalire alle coordinate geografiche e posizionarsi nel punto di Via Cola di Rienzo dove l’automobilista era solito parcheggiare in divieto di sosta. Una volta fermato, all’uomo è stata ritirata la carta di circolazione e notificate ben 50 mila euro di verbali accumulati nel tempo.

 

Tra i furbetti anche una donna che utilizzava il permesso invalidi intestato ad una parente deceduta da nove anni.

Se vuoi aggiornamenti su ROMA, STANATI I "FURBETTI DELLE TARGHE" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 28 gennaio 2016

Vedi anche

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Controllare sempre il libretto d’uso e manutenzione per conoscerne la viscosità.

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

In occasione del Motor Show di Bologna del 2005 fece il suo debutto un originale fuoristrada firmato Fiat con chiare origini militari.

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Spifferi dal circus: contatti avviati tra il team tedesco ed il pilota asturiano