In Veneto è caccia alla banda dell'Audi Gialla

Tre banditi stanno diffondendo il panico tra i cittadini del nord Italia sfrecciando a tutta velocità e causando incidenti, anche mortali.

In Veneto è caccia a tre banditi che stanno letteralmente terrorizzando i cittadini sfrecciando a velocità pericolose per strada con una Audi Gialla e di conseguenza, mettendo in pericolo i pedoni e gli altri automobilisti. Ma non è tutto: i tre pare facciano irruzioni in appartamenti e sparatorie.

La polizia ha divulgato la targa dell’automobile, una Audi RS4 targata TI1231… che, però, risulta rubata a Malpensa lo scorso 26 dicembre. Chiunque  la intercetti è pregato di contattare subito la Questura.

I tre, molto probabilmente sono armati e originari dell’Est Europa. Nello specifico: tre albanesi trentenni (o più giovani). Nel frattempo su Facebook è nato un gruppo dal nome “Audi Gialla” che raccoglie tutte le segnalazioni dei cittadini. I tre sono stai immortalati da una telecamera di sicurezza.

La polizia per l’occasione ha messo a disposizione due Lamborghini Huracan, utilizzate per inseguimenti, con un motore V10 di 5200 cc da 610 Cv che raggiungono i 325 Km/h e con un’accelerazione da 0 a 100 in 3,2 secondi. La caccia continua.


Si richiede la massima collaborazione ai cittadini al fine di coadiuvare le Forze dell’Ordine segnalando la presenza...

Se vuoi aggiornamenti su IN VENETO È CACCIA ALLA BANDA DELL'AUDI GIALLA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 25 gennaio 2016

Vedi anche

Gare clandestine nella provincia di Modena: tragedia sfiorata

Gare clandestine nella provincia di Modena: tragedia sfiorata

Una donna racconta: "Centrata in pieno da una Ferrari sulla Modena-Sassuolo, viva per miracolo"

Nurburgring, record per la nuova Honda Civic Type R

Nurburgring, record per la nuova Honda Civic Type R

La vettura della casa nipponica ha stabilito il primato per la trazione anteriore più veloce del circuito tedesco

Due morti alla Targa Florio: rally annullato

Due morti alla Targa Florio: rally annullato

Le vittime sono il pilota messinese Mauro Amendolia ed il commissario di gara Giuseppe Laganà

Back to top