Francia, il gilet diventa obbligatorio per moto e scooter

Dal 1 gennaio i motociclisti francesi obbligati ad avere a portata di mano il gilet catarifrangente da indossare in caso di emergenza.

Che sia uno scooter, una moto o qualunque altro mezzo a due ruote e un motore, da ora in avanti, in Francia, sarà obbligatorio tenere il gilet catarifrangente a portata di mano da utilizzare in caso di sosta d’emergenza.

Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 1 gennaio 2016, dopo la pubblicazione dei dati parziali relativi ala mortalità dello scorso 10 maggio che anche quest’anno hanno segnato una crescita.

Giordano Biserni, presidente dell’Asaps (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale) ha commentato così: “C’è da dire che negli ultimi anni proprio i motociclisti, anche quelli italiani, hanno iniziato ad acquistare capi tecnici ad alta visibilità, capaci di renderli perfettamente visibili anche in caso di caduta. Frequenti sono stati infatti gli incidenti mortali caratterizzati da una prima perdita di controllo della moto e dalla conseguente caduta di chi vi si trovava a bordo, finito poi investito ed ucciso dai veicoli in transito. Se si è vestiti di nero, come la tradizione motociclistica d’un tempo vorrebbe (chi non ricorda gli eroi dell’Isola di Man!), non si ha praticamente scampo”.

 

La multa per chi fosse trovato sprovvisto non è di certo un deterrente, la sanzione infatti è di soli 11 euro mentre per chi non lo indossa in caso di emergenza di 135 euro.

Se vuoi aggiornamenti su FRANCIA, IL GILET DIVENTA OBBLIGATORIO PER MOTO E SCOOTER inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 15 gennaio 2016

Vedi anche

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Controllare sempre il libretto d’uso e manutenzione per conoscerne la viscosità.

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

In occasione del Motor Show di Bologna del 2005 fece il suo debutto un originale fuoristrada firmato Fiat con chiare origini militari.

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Spifferi dal circus: contatti avviati tra il team tedesco ed il pilota asturiano