In Gran Bretagna il primo bus alimentato a letame

Il pullman, che percorre la tratta tra Bristol e Bath, marcia grazie a scarti alimentari e letame

In Gran Bretagna il primo bus alimentato a letame

di Giuseppe Catino

11 dicembre 2015

Il pullman, che percorre la tratta tra Bristol e Bath, marcia grazie a scarti alimentari e letame

In Gran Bretagna si è molto parlato della navetta-bus che percorre quotidinianamente il tratto tra l’aeroporto di Bristol e Bath. Perché? Semplice. Si tratta del primo bus alimentato a scarti alimentari e letame.

Proprio così. Il mezzo da 40 posti si muove grazie ai gas ricavati da escrementi e rifiuti. Secondo il The Guardian, un pieno corrisponde alle feci prodotte da cinque persone nell’arco di un anno ed è utile a percorrere 190 chilometri.

Letame e scarti vengono trasformati in gas grazie all’opera della società energetica GENECO a Wessex Water.

Mohammed Saddiq, direttore di GENECO, in una intervista rilasciata al giornale inglese ha dichiarato che i veicoli di questo tipo “rappresentano il futuro. Grazie ad essi avremo aria più salubre nel Regno Unito“.

Saddiq fa anche una riflessione sul concetto alla base del progetto, ovvero il coinvolgimento diretto dei cittadini in progetti green: “Questo bus è alimentato da feci prodotte dai cittadini della zona, magari gli stessi che utilizzano il bus”.

Charlotte Morton, numero uno dell’associazione ambientalista Anaerobic Digestion and Bioresources Association aggiunge che “Questo progetto dimostra che feci e rifiuti alimentari devono essere convogliati nel riciclo, non mandati nelle discariche”.

L’humour inglese in tutto ciò non è stato a guardare: sulle fiancate del pullman fanno bella mostra i disegni di persone intente ad espletare i propri bisognini. Tanto per rendere più chiaro il concetto.

 

No votes yet.
Please wait...