Joe Bastianich a Maranello: "La Ferrari il sogno di una vita"

Il cuoco-giudice di Masterchef che vedremo alla conduzione di Top Gear Italia si è recato in visita a Maranello.

“Da bambino avevo un sogno, quello della Ferrari” oggi, Joe Bastianich, grazie alla sua popolarità, lo ha realizzato. Dopo Gordon Ramsay, a Maranello è arrivato il cuoco/giudice più severo della tv che a marzo vedremo alla conduzione di Top Gear Italia.

Approfittando di una pausa dalle riprese della versione italiana dello show di Sky Uno, Bastianich ha visitato le line di assemblaggio 8 cilindri e poi si è recato al reparto Classiche. Infine ha chiuso la sua visita davanti alla nuova F12tdf.

 

“Sono cresciuto tra l’Italia e gli Stati Uniti - ha dichiarato Joe Bastianch- e da bambino avevo un sogno: quello della Ferrari. In camera mia c’era il poster della Testarossa e ogni volta che ripartivo dall’aeroporto di Roma mi compravo un modellino nuovo. La prima Ferrari che ricordo è la 456 del mio vicino di casa e appena me la sono potuta permettere me ne sono comprata una. Ne ho avute altre, come la 550 Maranello e la 612. Poi mi sono appassionato alle classiche: una di quelle che mi ha reso più orgoglioso è una 330 del 1963, lo stesso modello posseduto da John Lennon. Non si può non rimanere a bocca aperta davanti a LaFerrari o a questa F12tdf, - ha concluso - che tra l’altro ha un legame ben definito con la storia del Cavallino Rampante.

Se vuoi aggiornamenti su JOE BASTIANICH A MARANELLO: "LA FERRARI IL SOGNO DI UNA VITA" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 09 dicembre 2015

Vedi anche

Due morti alla Targa Florio: rally annullato

Due morti alla Targa Florio: rally annullato

Le vittime sono il pilota messinese Mauro Amendolia ed il commissario di gara Giuseppe Laganà

Formula E a Roma ad aprile 2018

Formula E a Roma ad aprile 2018

Via libera dal Campidoglio: per un triennio la competizione approderà nella Capitale

Incidente in Formula 4, Billy Monger perde entrambe le gambe

Incidente in Formula 4, Billy Monger perde entrambe le gambe

Il giovanissimo pilota inglese, 17 anni, si è scontrato con la vettura di Patrik Pasma