Morte Andrea Mamè, il gip: "Colpa del direttore di gara"

Il Giudice ha anche chiesto la citazione civile di Lamborghini spa quale organizzatore dell'evento.

Vi ricordate l’incidente che ha causato la morte di Andrea Mamè, pilota milanese di 41 anni, il 30 giugno 2013 sulla pista Paul Richard di Le Castellet, nel corso della gara “Lamborghini Blancpain super trofeo”?

A due anni di distanza arriva la conclusione del gip di Bologna Rossella Materia che ha indicato il direttore di gara come “distratto” e che “non provvedeva a dare correttamente il segnali di partenza”. Ma non solo: il Giudice ha anche ordinato la “citazione civile” della “Automobili Lamborghini spa” in qualità di organizzatore dell’evento. Un’istanza sollecitata anche dal legale della famiglia Baroncini.

Secondo quanto scaturito dalle indagini, la partenza lanciata sarebbe stata autorizzata nonostante mancassero tutte le norme di sicurezza previste. Il direttore di gara è accusato di “non aver provveduto, in considerazione della situazione di pericolo che si era venuta a creare dall’alta velocità, a dare l’ordine di ritardare la partenza in modo da riconsentire il riallineamento delle vetture”.

 

(Fonte: Repubblica.it)

Se vuoi aggiornamenti su MORTE ANDREA MAMÈ, IL GIP: "COLPA DEL DIRETTORE DI GARA" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 30 settembre 2015

Vedi anche

Gare clandestine nella provincia di Modena: tragedia sfiorata

Gare clandestine nella provincia di Modena: tragedia sfiorata

Una donna racconta: "Centrata in pieno da una Ferrari sulla Modena-Sassuolo, viva per miracolo"

Nurburgring, record per la nuova Honda Civic Type R

Nurburgring, record per la nuova Honda Civic Type R

La vettura della casa nipponica ha stabilito il primato per la trazione anteriore più veloce del circuito tedesco

Due morti alla Targa Florio: rally annullato

Due morti alla Targa Florio: rally annullato

Le vittime sono il pilota messinese Mauro Amendolia ed il commissario di gara Giuseppe Laganà