911 HLS, la Porsche sconosciuta

La casa tedesca negli anni '60 voleva realizzare una racing coupé ma poi il progetto venne abbandonato a se stesso fino ad oggi.

Si chiama Porsche 911 HLS e fino a poco tempo fa nessuno sapeva della sua esistenza. A far riemergere la sua storia ci ha pensato il sito Classic Driver che racconta come, nel 1966, la casa tedesca inviò al dipartimento di ingegneria automobilistica dell'Università di Aquisigrana una 911, chiedendo agli studenti di trasformarla in una racing coupé 

Così gli studenti prima realizzarono un modellino in scala e poi lo trasformarono in una vettura vera e propria. Per mantenere il peso basso fu utilizzato dell'alluminio  sia per il padiglione che per l'arco dietro l'abitacolo, al centro della plancia fu trasferito il quadro degli strumenti e della verniciatura se ne occupò un centro specializzato di Würselen. La tinta era color verde acido e la scritta sulla fiancata "Porsche HLS" in nero.

L'automobile però non convinse e venne abbandonata per oltre 40 anni, fino a quando non venne chiesto a Manfred Hering (un collezionista di Porsche) di occuparsi del restauro. Lui prima non accettò l'offerta, poi quando si presentò la possibilità di poterla acquistare allora cambiò idea.

La Porsche 911 HLS, adesso sarà, esposta a metà aprile durante Techno Classic dopodiché inizierà il restauro.

 

Se vuoi aggiornamenti su 911 HLS, LA PORSCHE SCONOSCIUTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 05 dicembre 2014

Vedi anche

La tesi di laurea è una moto: 110 e lode

La tesi di laurea è una moto: 110 e lode

Il 22enne Walter Castrogiovanni ha conseguito la laurea in disegno industriale presso l'Università di Palermo

Eric Clapton mette in vendita la Ferrari f40

Eric Clapton mette in vendita la Ferrari f40

Il musicista ha messo in vendita l’esemplare ad un prezzo che supera il milione di euro

Mazda HCCI: dal 2018 motori senza candele

Mazda HCCI: dal 2018 motori senza candele

Il sistema HCCI che equipaggerà i futuri motori SKYACTIV a benzina permetterà di abbattere i consumi del 30%.