911 HLS, la Porsche sconosciuta

La casa tedesca negli anni '60 voleva realizzare una racing coupé ma poi il progetto venne abbandonato a se stesso fino ad oggi.

Si chiama Porsche 911 HLS e fino a poco tempo fa nessuno sapeva della sua esistenza. A far riemergere la sua storia ci ha pensato il sito Classic Driver che racconta come, nel 1966, la casa tedesca inviò al dipartimento di ingegneria automobilistica dell'Università di Aquisigrana una 911, chiedendo agli studenti di trasformarla in una racing coupé 

Così gli studenti prima realizzarono un modellino in scala e poi lo trasformarono in una vettura vera e propria. Per mantenere il peso basso fu utilizzato dell'alluminio  sia per il padiglione che per l'arco dietro l'abitacolo, al centro della plancia fu trasferito il quadro degli strumenti e della verniciatura se ne occupò un centro specializzato di Würselen. La tinta era color verde acido e la scritta sulla fiancata "Porsche HLS" in nero.

L'automobile però non convinse e venne abbandonata per oltre 40 anni, fino a quando non venne chiesto a Manfred Hering (un collezionista di Porsche) di occuparsi del restauro. Lui prima non accettò l'offerta, poi quando si presentò la possibilità di poterla acquistare allora cambiò idea.

La Porsche 911 HLS, adesso sarà, esposta a metà aprile durante Techno Classic dopodiché inizierà il restauro.

 

Se vuoi aggiornamenti su 911 HLS, LA PORSCHE SCONOSCIUTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 05 dicembre 2014

Vedi anche

EmDrive: motore del presente o del futuro?

EmDrive: motore del presente o del futuro?

Qualcuno lo vuole già su aerei e navi, altri lo sognano su automobili sempre più veloci. Intanto si potrebbe andare su Marte in 70 giorni.

Venturi batte il record di velocità per veicoli elettrici

Venturi batte il record di velocità per veicoli elettrici

La Venturi BB-3 strappa il primato nella piana salata di Bonnevile, Usa

Quanto costa mantenere una supercar?

Quanto costa mantenere una supercar?

Il budget per mantenere un’auto sportiva è importante, ma non mancano le possibilità di risparmiare.