F1, lo sponsor Unilever passa dalla Lotus alla Williams

La multinazionale anglo-olandese proprietaria di vari prodotti di alimentazione, bevande e igiene cambia casacca.

Uno dei più grandi sponsor del team Lotus ha deciso di cambiare squadra e di passare alla Williams. Si tratta di Unilever, multinazionale anglo-olandese proprietaria di vari prodotti di alimentazione, bevande e igiene. In un primo momento sembrava che dovesse andare alla McLaren ma alla fine l'ha spuntata la Williams che, attualmente, può considerarsi tra gli unici concorrenti della Mercedes. "Il logo Rexona -fanno sapere dal team- apparirà sul sidepod, ala anteriore e bracci trasversali anteriori del  Williams-Mercedes FW37, così come nell'ambiente del team e sui capi di vestiario"

Il vice capo della scuderia Claire Williams ha dichiarato in merito a "L'Equipe": "È ovvio. loro ottengono risultati con un bilancio che è la metà delle dimensioni delle grandi squadre. La Lotus ha una struttura finanziaria e operativa diversa da noi. Noi siamo un team indipendente. Ci dà un sacco di trasparenza ed è una grande risorsa perché rassicura i nostri partner. L'interesse degli sponsor, in realtà, è in ripresa. La gente vuole essere parte del circus. Abbiamo un sacco di conversazioni davvero positive in corso. Il successo genera successo, non è vero?"

 

 

Se vuoi aggiornamenti su F1, LO SPONSOR UNILEVER PASSA DALLA LOTUS ALLA WILLIAMS inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 04 dicembre 2014

Vedi anche

Due morti alla Targa Florio: rally annullato

Due morti alla Targa Florio: rally annullato

Le vittime sono il pilota messinese Mauro Amendolia ed il commissario di gara Giuseppe Laganà

Formula E a Roma ad aprile 2018

Formula E a Roma ad aprile 2018

Via libera dal Campidoglio: per un triennio la competizione approderà nella Capitale

Incidente in Formula 4, Billy Monger perde entrambe le gambe

Incidente in Formula 4, Billy Monger perde entrambe le gambe

Il giovanissimo pilota inglese, 17 anni, si è scontrato con la vettura di Patrik Pasma