Vettel nel box Ferrari, la Red Bull: "Non è legale"

Dopo la visita di Vettel ai box Ferrari ad Abu Dhabi, volano stracci tra le due scuderie

La stagione 2015 non è nemmeno cominciata che già volano stracci tra la Ferrari e la Red Bull. Già perché dopo che a Sebastian Vettel è stato vietato di partecipare ai test di Abu Dhabi, il consulente della Red Bull Helmut Marko ha mostrato il suo disappunto sulla sua presenza nel box Ferrari, poiché il gesto del pilota tedesco violerebbe i termini contrattuali: "Legalmente, la cosa non è ok, ma non mi potrebbe interessare di meno" ha detto.

Allo stesso modo anche Christian Horner ha detto la sua sui motivi per i quali Vettel non era autorizzato a partecipare ai test con la Ferrari: "Naturalmente ci sono informazioni in termini di sviluppo futuro che normalmente sarebbero state a disposizione di un pilota. La Formula Uno è un business così competitivo nel quale ci sono informazioni che un pilota può prendere e portare in un'altra squadra. Sebastian è molto professionale, quindi non credo che abbia fatto troppe domande sulla nuova macchina".

Dal canto suo Vettel ad AutoMotoSport in una intervista ha lanciato alcune frecciatine contro il direttore tecnico della Red Bull, Adrian Newey per non avergli dato l'autorizzazione a partecipare ai test di Abu Dhabi con la Ferrari: "Fino a due settimane fa tutto sembrava chiaro. Poi si è messo di traverso. È una cosa che non posso più cambiare. All'inizio ero contrariato perché mi aspettavo qualcosa di diverso. Ma qualcuno probabilmente è andato nel panico temendo che potessi rivelare dei segreti".

 

Se vuoi aggiornamenti su VETTEL NEL BOX FERRARI, LA RED BULL: "NON È LEGALE" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 27 novembre 2014

Vedi anche

LaFerrari: quotazione choc in California

LaFerrari: quotazione choc in California

Un esemplare del gioiello di Maranello venduto ad una asta a daytona Beach. Ecco il prezzo strabiliante

Nico Rosberg, annuncio su Facebook: Mi ritiro

Nico Rosberg, annuncio su Facebook: Mi ritiro

Annuncio a sorpresa del neo campione del mondo di Formula 1: a 31 anni dice basta

Lola, la prima Formula 1 con autorizzazione stradale

Lola, la prima Formula 1 con autorizzazione stradale

Freno a mano, frecce e tutto il resto: il sogno di pilotare una F1 in mezzo a pedoni e semafori può essere realizzato