USA, frenata d'emergenza di serie nelle auto

La decisione riguarda dieci case automobilistiche, che offriranno questa particolare tecnologia di serie.

Negli Stati Uniti ben 10 case automobilistiche offriranno la frenata d’emergenza, di serie. La tecnologia Automatic Emergency Braking (AEB), verrà offerta da Audi, BMW, Ford, General Motors, Mazda, Mercedes-Benz, Tesla, Toyota, Volkswagen e Volvo ma sarà di serie solo negli Stati Uniti.

Ma come funziona l’AEB? E’ il fornitore TRW a darci una risposta:

"Il sistema AEB può utilizzare un radar a lungo raggio (long-range radar - LRR) o un radar a medio raggio (mid-range radar - MRR), combinato con una videocamera scalabile. La pressione sui freni viene esercitata automaticamente, in modo da fornire, attraverso il servofreno, la massima potenza frenante possibile non appena il guidatore agisce sul pedale. Se la sterzata del guidatore e l'intervento del sistema frenante non sono sufficienti a evitare la collisione, il sistema automatico di frenata d'emergenza applica la massima pressione possibile sui freni per contribuire a ridurre l'impatto. L'intervento finale è realizzato dal sistema ABS, che garantisce la riduzione massima della velocità.”

Se vuoi aggiornamenti su USA, FRENATA D'EMERGENZA DI SERIE NELLE AUTO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 14 settembre 2015

Vedi anche

Il foglio unico sostituirà il libretto di circolazione: si risparmiano 39 euro

Il foglio unico sostituirà il libretto di circolazione: si risparmiano 39 euro

Le attività di Pra e Motorizzazione saranno messe insieme: via libera al documento che sostituisce libretto e certificato di proprietà

In vendita la Porsche 911 turbo indistruttibile: 1 milione di km!

In vendita la Porsche 911 turbo indistruttibile: 1 milione di km!

La vettura, immatricolata nel 2002, costa solo 18mila dollari

Nissan Navara, il pick-up giapponese si spezza in due?

Nissan Navara, il pick-up giapponese si spezza in due?

Alcuni possessori del Nissan Navar hanno denunciato gravi problemi strutturali sul pick-up giapponese che potrebbe letteralmente spezzarsi in due.