Selfie alla guida tra le principali cause di incidenti stradali

A lanciare l'allarme è l'Asl Napoli 2 Nord che registra un aumento preoccupante di incidenti causati dalla distrazione di chi sta alla guida.

A Napoli è allarme incidenti stradali a causa delle distrazioni di chi guida. Il motivo principale di queste distrazioni, come fanno sapere dall'Asl Napoli 2 Nord sono i selfie. Proprio così: molto spesso chi è alla guida utilizza una mano per tenere il volante e un'altra per fotografarsi con il telefonino e quindi invece di guardare la strada guarda il cellulare.

L'aumento degli incidenti registrati, al momento, è per il 30 %, i dati parlano di feriti che vanno dai 17 ai 27 anni che sono vittime di incidenti sia a causa dell'alcool sia appunto per scattarsi un selfie.

"Dopo l'uso di alcol e droghe, i nostri psicoterapeuti stanno registrando e studiando con particolare attenzione questo deprecabile fenomeno patologico dei selfie che è in rapido aumento tra i giovani e i giovanissimi - dichiara il direttore del Dipartimento dipendenze patologiche dell'Asl Napoli 2 Nord, Giorgio Di Lauro -. Quasi una nuova dipendenza e questi autoscatti causano moltissimi incidenti stradali perché distraggono gli automobilisti e i centauri".

Sempre secondo Di Lauro il fenomeno è "in preoccupante aumento. Va condotta una speciale campagna di sensibilizzazione e dissuasione contro queste pessime abitudini".

 

Se vuoi aggiornamenti su SELFIE ALLA GUIDA TRA LE PRINCIPALI CAUSE DI INCIDENTI STRADALI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 26 giugno 2015

Vedi anche

Lancia Delta S4: leggenda integrale

Lancia Delta S4: leggenda integrale

La Delta S4 è stata tra le protagoniste del Gruppo B alla metà degli anni ’80. Spaventose le prestazioni, con un’accelerazione 0-100 km/h in 2,7 sec

Edd China lascia la conduzione di Affari a Quattro Ruote

Edd China lascia la conduzione di Affari a Quattro Ruote

La clamorosa decisione del 46enne presentatore e meccanico britannico

L

L'Università dei motori è realtà in Emilia-Romagna

4 atenei, Bologna, Ferrara, Parma e Modena-Reggio, danno la possibilità di specializzarsi in Advanced Automotive Engineering o Electronic Engineering