Jeremy Clarkson vuota il sacco: “Mi avevano diagnosticato un tumore”

L’ex conduttore di Top Gear rompe il silenzio e rivela i retroscena sulla sua dipartita dallo show.

Jeremy Clarkson vuota il sacco: "Mi avevano diagnosticato un tumore"

di Giovanni Mercadante

28 aprile 2015

L’ex conduttore di Top Gear rompe il silenzio e rivela i retroscena sulla sua dipartita dallo show.

Jeremy Clarkson rompe il silenzio sulle ormai già note vicende di Top Gear e lo fa sulle colonne del Sunday Times, rivelando anche un retroscena sulle sue condizioni di salute:

“La vicenda ha avuto luogo nel giorno più stressante in 27 anni di lavoro con la BBC”, -ha scritto Clarkson- Due giorni prima dell’aggressione, il mio medico mi aveva detto molto francamente che un grumo sulla mia lingua era probabilmente un cancro da far controllare immediatamente. Cosa che non potevo fare, dato che eravamo nel pieno delle riprese per la prossima serie di Top Gear. E per me Top Gear è sempre venuto prima di tutto”.

Rassicurando però i fan sulla sua salute (non era un tumore evidentemente) Clarkson continua: “Top Gear era un’entità che mi assorbiva completamente, un mostro tentacolare che ho amato con passione, come un mio figlio. Dopo aver perso la mia casa e mia madre, mi ero gettato ancora di più nel lavoro, e ora ho perso anche quello”. Infine la sua voglia di tornare in tv, magari con un nuovo show automobilistico.