F1: in Germania tornano i diffusori della discordia

Trovato l’accordo tra i team anche per la mappatura della centralina identica tra qualifiche e gara.

F1: in Germania tornano i diffusori della discordia

di Valerio Verdone

15 luglio 2011

Trovato l’accordo tra i team anche per la mappatura della centralina identica tra qualifiche e gara.

Ci risiamo, tornano i diffusori che beneficiano dell’effetto aerodinamico dei gas di scarico, per questo definiti “soffiati”, ed è l’ennesimo capitolo di una discussione avviata dall’inizio della stagione sulla regolarità o meno di questi dispositivi. Alla fine, dopo tante parole, reclami e malumori di fondo, è stata trovata una soluzione che prevede la riammissione dei diffusori della discordia dal prossimo GP di Germania e limita i team a non modificare la mappatura della centralina tra qualifiche e gara.


“Tutte le vetture potranno disputare il resto della stagione in condizioni Valencia – spiega la Federazione attraverso un comunicato – siamo inoltre ottimisti sul fatto che non ci saranno proteste su qualsiasi mappatura del motore e problemi ai terminali di scarico per il resto della stagione. E’ stato anche concordato che nessuna squadra solleverà una protesta contro un altro team per il resto della stagione”.


Pace fatta dunque? Neanche per sogno, i sospetti rimangono o forse sono stati accantonati dalla Ferrari dopo aver ritrovato competitività e compreso che sono altri i particolari che mettono le ali alla Red Bull. Insomma, tutto cambia per poi ritornare come prima, è il segnale di una F1 in balia di sé stessa che avrebbe bisogno di ritrovare credibilità e, soprattutto, una capacità di coinvolgere gli appassionati scemata con gli anni.


Qualcosa si sta muovendo attraverso le nuove mescole che si deteriorano a tempo di record e tendono a mischiare continuamente le carte in tavola, ma la sensazione è che si tende ancora a parlare troppo di questioni regolamentari e politiche e troppo poco di episodi di gara, di piloti, insomma, di corse.