F1: Briatore in Ferrari? Per Alonso è "come Mourinho"

Il pilota spagnolo parla del suo manager e invita il team ad essere meno conservativo nella progettazione.

Ferrari F150th 2011

Altre foto »

Dopo il podio maturato in Turchia, Fernando Alonso si sente più tranquillo, ma la sensazione è che non può accontentarsi di quello che ha, cioè una monoposto che non gli permette di lottare per la vittoria. Per questo cerca l'appoggio di una squadra che non sa ancora in che direzione andare e avrebbe bisogno di un leader carismatico, uno come Flavio Briatore.

Ma Alonso, pur volendo che Briatore torni nel circus, "Vorrei che Flavio tornasse, ci manca, è un personaggio unico", ha negato con un paragone calcistico un eventuale approdo in Ferrari: "sarebbe come quello di Jose Mourihno a Madrid". Parole che evidenziano come sia difficile che in Ferrari arrivi un team manager dal grande carisma come Briatore.

Eppure, a Maranello occorre rinnovare e soprattutto innovare una vettura efficiente in gara ma troppo lenta in qualifica perché nata in maniera conservativa. "Credo che in Ferrari dobbiamo cambiare un pò il modo in cui lavoriamo - spiega l'asturiano - rischiando di più ed essendo maggiormente innovativi. D'ora in poi dobbiamo inventare anche noi." Parole dure che suonano come un tentativo di spronare la squadra, ma anche come un campanello d'allarme...

Se vuoi aggiornamenti su F1: BRIATORE IN FERRARI? PER ALONSO È "COME MOURINHO" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 12 maggio 2011

Vedi anche

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Hayden Paddon al volante della sua Hyundai è stato protagonista di un terribile incidente che ha provocato a morte di uno spettatore.

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il popolarissimo telecronista della F.1 è scomparso ieri a 87 anni nella sua abitazione di Milano. Una vita a tu per tu con l'automobilismo sportivo.

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

Un ritiro che di fatto... non c'è mai stato: per sostituire Bottas approdato in Mercedes, la Williams sigla un contratto con il driver paulista.