Elkann e Murdoch a caccia della Formula 1

La Exor degli Agnelli e il magnate Murdoch tentano la scalata alla massima formula.

Formula 1: mondiale 2010 da record

Altre foto »

Due giovani rampanti con famiglie importanti alle spalle stanno tentando di mettere le mani sulla F1, si tratta di John Elkann e James Murdoch, i quali sarebbero a capo di una cordata in cui potrebbe partecipare anche l'uomo più ricco del mondo, il messicano Carlos Slim.

Tramite la Exor Spa, la società d'investimenti della famiglia Agnelli, e la News Corp, appartenente al magnate dell'informazione Rupert Murdoch, i due rampolli stanno verificando l'eventualità di lanciare un'offerta al Gruppo CVC Capital Partners per gestire il campionato più prestigioso del mondo.

"CVC riconosce la qualità di Exor e News Corporation alla stregua di investitori potenziali, ma qualsiasi investimento nella Formula 1 richiederà il consenso di CVC e dovrà anche dimostrare che è nell'interesse dello sport e degli azionisti, nel suo complesso", recita un comunicato.

Dichiarazioni a cui sono seguite le parole di rassicurazione di Exor e New Corp che hanno spiegato l'intento di volersi dedicare "allo sviluppo nel lungo periodo della Formula 1, nell'interesse dei partecipanti e dei fan di questo sport".

Se vuoi aggiornamenti su ELKANN E MURDOCH A CACCIA DELLA FORMULA 1 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 04 maggio 2011

Vedi anche

F1: Mercedes svela la nuova monoposto W08 Hybrid

F1: Mercedes svela la nuova monoposto W08 Hybrid

Il nuovo bolide di Formula Un di Casa Mercedes è stato svelato dai due piloti ufficiali Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Renault R.S.17, svelata la nuova monoposto di F1

Renault R.S.17, svelata la nuova monoposto di F1

La monoposto Renault che parteciperà al campionato 2017 del Mondiale di Formula 1 è stata svelata in anteprima al cospetto dei piloti ufficiali.

Guida autonoma in pista: incidente nella prima gara

Guida autonoma in pista: incidente nella prima gara

La prima gara sperimentale tra due prototipi a guida autonoma si è conclusa con un incidente contro le barriere.