Ritorna in F1 l’ingegnere della spy story McLaren

Mike Coughlan, coinvolto nello scandalo dello spygate, è stato assunto dalla Williams.

Williams FW31

Altre foto »

A volte ritornano, senza vergogna, verrebbe da dire, e con poco orgoglio. Stiamo parlando di Mike Coughlan, l'ingegnere ex McLaren che nel 2007 aveva fotocopiato in una comune copisteria i piani per la realizzazione della nuova Ferrari di F1. Allora fu licenziato dalla scuderia inglese e riciclato dall'esercito e dalla Nascar, ma oggi, dopo due anni di squalifia, è stato assunto dalla Williams con la qualifica di Ingegnere capo che inizierà a ricoprire da giugno.

"Sono grato alla Williams per avermi dato questa opportunità - ha spiegato Coughlan- la mia esperienza nel 2007 mi ha cambiato la vita. Da allora, ho cercato di mettere le mie competenze a buon uso nella progettazione del veicolo Ocelot il cui scopo è di trasportare i soldati in tutta sicurezza. Ho anche apprezzato il mio tempo con Michael Waltrip Racing: sono un'ottima squadra e a loro vanno i miei migliori auguri per il futuro. Ora, non vedo l'ora di tornare ad uno sport che amo e di entrare in una squadra che ho ammirato per molti anni. Mi dedicherò alla squadra e far sì che torniamo alla competitività nel rispetto delle norme etiche di cui Williams è sempre stato sinonimo" .

Frasi che però hanno suscitato la magnanimità di Frank Williams, uno che ha l'occhio lungo ed è capace di sopportare anche le polemiche pur di migliorare la sua monoposto. "Mike Coughlan è un ottimo ingegnere con una vasta esperienza sia in Formula Uno che nel genio civile e della difesa" ha rivelato il patron della Williams. "Ha lasciato la F.1 nel 2007 a causa di un comportamento che egli riconosce essere sbagliato e per il quale si rammarica profondamente. I suoi due anni di squalifica dallo sport sono scaduti da tempo e Mike è ora determinato a dimostrare a se stesso di essere una nuova persona. Williams è felice di essere in grado di dargli l'opportunità di fare questo e siamo molto lieti di avere uno degli ingegneri più bravi e competitivi che ci aiuterà a tornare verso la parte anteriore della griglia. Questo è il primo passo per ricostruire e rafforzare il nostro gruppo tecnico"

Un passo rischioso, perché se Coughlan ricadrà nella tentazione di sbirciare nei progetti altrui, a farne le spese sarà anche la scuderia inglese. Una squadra che da qualche stagione non è altro che l'ombra di se stessa. Dopo lo choc iniziale, di una news che lascia discutere, rimane da vedere come verrà accolto il nuovo ingegnere capo dai colleghi del circus, prontamente corsi dal ferramenta per acquistare una cassaforte.

Se vuoi aggiornamenti su MCLAREN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 03 maggio 2011

Altro su McLaren

McLaren 570S by Novitec: iniezione di potenza
Tuning

McLaren 570S by Novitec: iniezione di potenza

Novitec regala alla supercar inglese un aspetto più aerodinamico e aggressivo condito da un motore portato a 645 CV.

McLaren 570S: debutta l
Anteprime

McLaren 570S: debutta l'allestimento Track Pack

Uno nuovo alettone che migliora l'aderenza in curva e modifiche in funzione degli impieghi nei track day: è il nuovo kit proposto a 16.500 sterline.

McLaren 570S: le nuove serie limitate Design Editions
Anteprime

McLaren 570S: le nuove serie limitate Design Editions

Cinque allestimenti, ciascuno con il proprio carattere: sono le nuove proposte di personalizzazione per la 570S. Le prime consegne ad inizio 2017.