F1: Alonso prepara il GP di Malesia

Il campione spagnolo cerca la strategia per tirare fuori tutto il potenziale della sua Ferrari F150th.

F1: Alonso prepara il GP di Malesia

di Valerio Verdone

07 aprile 2011

Il campione spagnolo cerca la strategia per tirare fuori tutto il potenziale della sua Ferrari F150th.

E’ rimasto in Australia per non perdere l’abitudine al fuso orario Fernando Alonso, e per prepararsi alle torride temperature che troverà a Sepang. “Ho fatto sport – spiega il campione d’Oviedo – perché l’allenamento è fondamentale: in questa gara si perdono tanti liquidi ed è molto impegnativo guidare in queste condizioni e bisogna essere al massimo della forma fisica per affrontare nella maniera giusta questo weekend. Essere pronti al 100% sotto questo punto di vista può fare la differenza domenica pomeriggio”.

Nonostante la distanza dalla squadra, il talento della Ferrari ha seguito passo dopo passo le evoluzioni della sua vettura ed ha trovato il tempo di analizzare i dati relativi alla gara di Melbourne. “Sono rimasto in contatto con i tecnici via e-mail e via telefono – continua Alonso – abbiamo riesaminato l’andamento del weekend di Melbourne e abbiamo parlato della preparazione di quello di Sepang. Avremo qualcosina di nuovo in macchina ma nulla di particolarmente significativo o che ci possa far dire che questa o quella modifica siano la chiave per fare un salto di prestazione”.

Insomma, Alonso è ottimista e riprende per mano la squadra come nella scorsa stagione, è lui il vero capitano in casa Ferrari, quello che ci mette la faccia e in pista fa pure i fatti, ed è lui che continua a credere fermamente nelle potenzialità della sua monoposto. “Sono convinto che dobbiamo rimanere concentrati sul nostro lavoro e cercare di capire come tirare fuori tutto il potenziale dalla 150th Italia che, ne sono sicuro, è tanto. Prima di riuscirci, è inutile star qui a fare previsioni su come andrà il weekend. Dobbiamo affrontarlo giorno dopo giorno”.

Parole che non cercano alibi, ma che esprimono una solida consapevolezza. Non rimane che attendere l’inizio delle prove libere per cominciare a delineare un quadro della situazione malese per la Ferrari. Intanto, Alonso prima di tornare a preparare il GP sfoglia l’album dei ricordi e ritorna indietro nel tempo, quando a Sepang iniziò il suo periodo d’oro

“Il ricordo più bello del circuito di Sepang è legato alla prima pole position della mia carriera, conquistata qui il 22 marzo del 2003. Né io né la squadra, la Renault, ci aspettavamo quel sabato mattina un risultato simile ma, alla fine delle qualifiche, ci ritrovammo con due macchine in prima fila. Ogni volta che torno qui ripenso a quel weekend, alla gioia per la pole e alla trepidazione che precedeva la gara. Non vinsi, come invece accadde poi nel 2005 e nel 2007, ma arrivai comunque al terzo posto e riuscii così a salire sul podio per la prima volta. Decisamente un fine settimana da ricordare a lungo”.