Trofeo Maserati GT, conclusi i test a Imola

Si apre la stagione 2011 del trofeo monomarca Maserati. Oltre 30 piloti al volante della nuova Granturismo da 488 cavalli.

Trofeo Maserati GT, conclusi i test a Imola

di Lorenzo Stracquadanio

29 marzo 2011

Si apre la stagione 2011 del trofeo monomarca Maserati. Oltre 30 piloti al volante della nuova Granturismo da 488 cavalli.

Due giorni di test dedicati alla messa a punto delle vetture in vista del debutto il prossimo primo maggio proprio a Imola. Lo scorso week-end ha preso il via la stagione 2011 del Trofeo Maserati GranTurismo MC sul celebre circuito emiliano dove 33 piloti hanno cominciato a prendere confidenza con la nuova Maserati GranTurismo MC (nel 2010 il trofeo era stata vinto da Pietro Zumerle).

Una vettura che rispetto allo scorso anno si è evoluta tecnologicamente. La potenza infatti – grazie a un nuovo software per la gestione del propulsore e della trasmissione – ha guadagnato 38 cavalli arrivando a quota 488 cavalli, a fronte di una riduzione dei tempi di cambiata a 60 ms. Rispetto al 2010 inoltre gli 8 round previsti quest’anno ha subito delle modifiche con l’introduzione di 2 gare più brevi da 30 minuti e di altre 2 da 50 minuti, cui si affiancano 5 round con formula standard di 2 prove da 40 minuti.

In base a questa rimodulazione l’80% del punteggio sarà assegnato dal round più breve mentre quelli più lunghi, che prevedono pit-stop obbligatori, varranno il 120% (i concorrenti avranno la possibilità di  scartare il risultato peggiore). Dopo il debutto a Imola il primo maggio queste le gare che seguiranno: Monza (WTCC) il 15 dello stesso mese, 5 giugno con sede ancora da definire, 25 giugno a Spa in Belgio, 17 luglio Donington (Uk, WTCC), 4 settembre a Valencia (Spagna, WTCC), 18 settembre Vallelunga (GT Italiano) e chiusura al Mugello il 2 ottobre (GT Italiano). 

Sul sito maseraticorse.it sarà possibile trovare interviste, approfondimenti, e contenuti multimediali (foto e video) del Trofeo la cui partecipazione ha un costo compreso fra i 155mila e i 158mila euro – a seconda dell’opzione scelta dai piloti – che comprende gestione logistica delle Maserati, assistenza tecnica in pista, abbigliamento per gare e paddock e l’accesso all’area hospitality.