F1 Malesia: ecco la Ferrari!

Dopo 676 giorni la Ferrari torna vittoriosa in F1 grazie ad uno strepitoso Vettel. Immediato commento di Marchionne che ha ringraziato tutto il team.

F1, GP Malesia: il film della gara

Altre foto »

Seicentosettantasei giorni sono serviti alla Rossa di Maranello per ritornare sul podio più alto! E' stata una lunga attesa, e naturalmente è stata una grande soddisfazione vedere un altro tedeschino col "gaggione" alla Schumi sparigliare le frecce d'argento, con un Hamilton in confusione e un Rosberg incapace di vendicarsi dalla prima prova.

I commenti, le lodi si sprecheranno. perfettel qualcuno ha già coniato per la prestazione del tedeschino, della macchina e della squadra naturalmente. E così con la vittoria in tasca il nostro eroe si è messo rapidamente a parlare  la nostra lingua e ha urlato da sotto il casco "mi senti, mi senti, grazie, dai forza Ferrari". Poi è scoppiato a piangere prima di salire sul podio.

Certo una bella realizzazione per lui, che da bambino vedeva Schumacher vincere con la Rossa e già sognava di approdare a Maranello. C'è riuscito in pochi anni, aggiudicandosi nel frattempo qualche mondiale. Esperienze fondamentali per lui, e forse anche per la Ferrari che è tornata alla vittoria.

Si era già capito, sin dalle prove bagnate, che la Ferrari aveva fatto un bel passo avanti. Ma non era chiaro se fosse tutta farina del sacco di Vettel, che aveva portato a termine un "flying lap" da brivido, rischiando di conquistare la pole, anche perché il più esperto compagno Raikkonen non aveva certo brillato in prova. Strategie sbagliate, poca concentrazione del finlandese? Sta di fatto che Kimi partiva in fondo allo schieramento.

Ma proprio la poderosa rimonta del finnico, rallentata anche da una foratura, che lo ha portato a finire al quarto posto, subito dietro alle Mercedes, ha convinto della bontà della monoposto a disposizione. Se non ci fosse stata quella foratura, e quel giro a bassa velocità, Kimi sarebbe andato sul podio?

Colti in contropiede alla Mercedes, con Hamilton che sembrava potesse andarsene come al solito e che invece è stato sopravanzato con una condotta lineare della Ferrari. Non gli è così restato altro che fare i complimenti in diretta sul podio alla Ferrari, cosa ribadita anche dal compagno Rosberg.

La gara è stata lineare, senza particolari colpi di scena, disputata sotto un caldo torrido, 61 gradi sull'asfalto. Ancora un numero limitato di piloti al via, solo 19 per l'assenza di Stevens. Speravamo nella partecipazione di un italiano che si era visto nelle prime prove, ma per Raffaele Marciello la promessa Sauber è stata rinviata a gara da destinarsi...

Subito due forature (Maldonado e Raikkonen) assieme a una Safety Car che ha richiamato la maggior parte dei piloti ai box per cambiare gomme. Ci ha rinunciato Vettel che così si è trovato al comando della gara accumulando subito una decina di secondi. Ma il panzer tedesco è tornato alla carica riprendendosi il comando della gara, fino al 24 passaggio quando la Ferrari ha definitivamente infilato la Mercedes del leader, che si è infilato ai box a cambiare gomme.

Da quel momento non c'è stata più storia, con Vettel che è arrivato a guadagnare fino a una ventina di secondi. Da seguire la strepitosa rimonta di Raikkonen che a metà gara era già quarto.

Cala così la bandiera a scacchi e sul podio risuona l'inno di Mameli. "Era un bel po' che non salivo sul gradino più alto" commenterà estasiato Vettel mentre il progettista Allison non riesce nemmeno a trovare le parole per commentare la prestazione.

Marchionne aveva promesso almeno due vittorie nella stagione. Al termine della seconda gara un successo è già arrivato e Vettel è secondo nel Mondiale a soli tre punti dal leader Hamilton. Ferraristi, la Cina è vicina...

Se vuoi aggiornamenti su F1 MALESIA: ECCO LA FERRARI! inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 30 marzo 2015

Vedi anche

Rally di Roma Capitale: vince Scandola

Rally di Roma Capitale: vince Scandola

Il pilota della Skoda trionfa davanti ad Andreucci e a Basso.

Gran Premio Nuvolari 2016: vittoria per Vesco-Guerini

Gran Premio Nuvolari 2016: vittoria per Vesco-Guerini

L'equipaggio Vesco-Guerini ha vinto il Gran Premio Nuvolari 2016 conquistando la sua sesta vittoria nella competizione per auto storiche.

DIRETTA F.1 GP DI SINGAPORE: Rosberg torna in testa

DIRETTA F.1 GP DI SINGAPORE: Rosberg torna in testa

Nico vince con autorità e si riporta in testa al Campionato. Bella gara di Ricciardo e delle due Ferrari.