F1: paura per Kubica, ma recupero possibile

Il pilota Lotus-Renault vittima di un incidente in un rally. Rischia di perdere la funzionalità di una mano, ma giungono i primi segnali positivi.

F1: paura per Kubica, ma recupero possibile

di Valerio Verdone

07 febbraio 2011

Il pilota Lotus-Renault vittima di un incidente in un rally. Rischia di perdere la funzionalità di una mano, ma giungono i primi segnali positivi.

io

Doveva essere una gara di svago, il Rally Ronde di San Lorenzo di Testico, invece la manifestazione motoristica ha avuto un epilogo drammatico per Robert Kubica , il pilota di punta della Lotus-Renault che aveva svettato negli ultimi test a Valencia.

Qualcosa è andato storto durante la corsa è il pilota polacco ha urtato violentemente con la sua Skoda contro il guard rail, procurandosi gravi danni fisici: una frattura alla gamba, un’emorragia interna e lesioni multiple alla mano destra.

Ieri pomeriggio Kubica è stato sottoposto ad un delicato intervento (eseguito dall’equipe di chirurgia della mano dell’ospedale “Santa Corona” di Pietra Ligure e durato sette ore) per ridurre le fratture e rivascolarizzare l’arto, che non sarebbe più a rischio amputazione. Il pilota ha trascorso una notte tranquilla e questa mattina ha incominciato a muovere leggermente le dita della mano: un segnale positivo per la riuscita dell’operazione e che fa ben sperare per il successivo recupero.

Purtroppo però, ci vorrà una settimana per sapere se riuscirà a recuperarne completamente la funzionalità, condizione necessaria per un ritorno nella massima serie. Il driver in questo momento era proiettato verso l’apice della sua carriera con una monoposto che quest’anno promette di essere competitiva. [!BANNER]

Ma la carriera del pilota polacco è già stata segnata da gravi incidenti detro e fuori i circuiti: nel 2003 rimase vittima di un incidente stradale in Polonia e anche in quell’occasione rischiò di perdere un braccio, mentre nel 2007 rimase coinvolto in uno spaventosa carambola durante il Gran premio del Canada (per fortuna senza gravi conseguenze). 

Adesso, il mondo dei motori si stringe intorno al talento della Lotus-Renault e spera in un pieno recupero per vederlo di nuovo in pista il prima possibile.