F1: Nico Rosberg è pronto per la vittoria

Il pilota tedesco è convinto che nel 2011 salirà sul gradino più alto del podio, un obiettivo che gli è sfuggito nella stagione passata.

Nico Rosberg "ricomincia da tre", citando un famoso film di Massimo Troisi: il pilota della Mercedes ha conquistato tre podi nel 2010 ed è proprio da lì che vuole ripartire.

L'obiettivo è la vittoria, almeno in una o più gare: un risultato sfuggito lo scorso anno, per via di una vettura poco competitiva, e molto più plausibile nel 2011. Infatti, non è un mistero che la Mercedes sta lavorando alacremente alla monoposto del prossimo anno sin dalla scorsa stagione, e che avrà un importante vantaggio temporale sullo sviluppo rispetto agli avversari.

Per questo Rosberg non nasconde un certo ottimismo e risponde con indifferenza ai suoi detrattori che non lo considerano un pilota vincente: "Ho altro a cui pensare. Per me è importante avere una macchina migliore l'anno prossimo, per essere in grado di vincere alcune gare".  

Nessuna dichiarazione, per il momento, sul suo illustre compagno di squadra, che si appresta a vivere una stagione fondamentale sulla sua permanenza in F1 e che lo scorso anno ha perso nettamente il confronto con il giovane Nico.

Se vuoi aggiornamenti su F1: NICO ROSBERG È PRONTO PER LA VITTORIA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 07 gennaio 2011

Vedi anche

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Hayden Paddon al volante della sua Hyundai è stato protagonista di un terribile incidente che ha provocato a morte di uno spettatore.

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il popolarissimo telecronista della F.1 è scomparso ieri a 87 anni nella sua abitazione di Milano. Una vita a tu per tu con l'automobilismo sportivo.

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

Un ritiro che di fatto... non c'è mai stato: per sostituire Bottas approdato in Mercedes, la Williams sigla un contratto con il driver paulista.