F1: la Ferrari contro i motori a 4 cilindri

La ferrari è contraria all'eccessivo downsizing nella massima serie. Secondo Montezemolo con questi propulsori "non è F1".

Formula 1: mondiale 2010 da record

Altre foto »

Ritorna alla ribalta della cronaca il braccio di ferro tra la Ferrari e la FIA, la Federazione Internazionale dell'Automobile, per la decisione di introdurre i motori a quattro cilindri turbocompressi a partire dal 2013.  Una scelta che il Presidente Montezemolo non condivide e che boccia senza mezzi termini.

"Motori a quattro cilindri? Non è Formula 1 - ha dichiarato - non ne costruiremo mai per le nostre vetture stradali e per la categoria regina delle corse suona un po' patetico". 

Parole grosse, che anticipano altre dichiarazioni in cui Montezemolo spiega di essere intenzionato a rimandare il più possibile l'arrivo di questi propulsori. "Se ci sarà la più piccola possibilità di ritardare l'introduzione dei motori quattro cilindri allora cercheremo di sfruttarla".

Per adesso l'unico alleato di un certo peso è Norbert Haug, il capo del reparto sportivo della Stella a Tre Punte che in merito alla questione ha dichiarato: "sarebbe stato meglio prolungare l'era dei V8, il V8 è un motore low-cost".

 

Se vuoi aggiornamenti su F1: LA FERRARI CONTRO I MOTORI A 4 CILINDRI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 04 gennaio 2011

Vedi anche

Alpine A470: ecco le nuove LMP2 per il Mondiale Endurance 2017

Alpine A470: ecco le nuove LMP2 per il Mondiale Endurance 2017

Le "barchette" Alpine n. 35 e 36 dovranno difendere i titoli Costruttori e Piloti LMP2 conquistati nel 2016. Appuntamento a Monza il prossimo weekend.

Formula E: anche DS è fra i costruttori ufficiali

Formula E: anche DS è fra i costruttori ufficiali

Dal 2018 – 2019 l’elenco di Case costruttrici coinvolte in prima persona nel campionato per monoposto elettriche vedrà anche DS Automobiles.

DIRETTA F.1 GP di Melbourne, vince la Ferrari, vince Vettel

DIRETTA F.1 GP di Melbourne, vince la Ferrari, vince Vettel

Dominio rosso con Vettel sulle due Mercedes, Kimi quarto. Sarà un mondiale più equilibrato?