Peugeot: i piloti della Top 208 corrono al rally Targa Florio

In questo rally i nuovi nomi del rallismo si sfidano grazie a Peugeot e un gruppo di nuove promesse insidierà i due driver Ciuffi e Mazzocchi che hanno monopolizzato la gara del Ciocco.

Peugeot: i piloti della Top 208 corrono al rally Targa Florio

Tutto su: Peugeot 208

di Valerio Verdone

04 maggio 2018

Con il rally Targa Florio riprendono a sfidarsi i piloti della TOP 208, ovvero la serie principale del Peugeot competition, che si è fermato in occasione del rally di Sanremo. Chiaramente, l’obiettivo di per tutti è quello di potersi guadagnare i gradi di pilota ufficiale junior Peugeot Italia 2019: è questo infatti l’ambito premio per cui combatteranno a suon di tornanti, staccate e curve ad alta velocità.  

Durante il primo appuntamento, quello del Ciocco, l’hanno fatta da padrone coloro che avevano maturato esperienza durante lo scorso anno, in particolare Tommaso Ciuffi e Andrea Mazzocchi che hanno duellato per tutta la corsa oscurando gli altri protagonisti. Non a caso alla fine c’erano solamente 9”6 di distacco tra i due.

Comunque, nella corsa siciliana non saranno soli a contendersi la vittoria, visto che ci saranno ben 11 iscritti nella classe R2B, tutti al volante di una Peugeot 208 R2B, che daranno spettacolo. Jacopo Trevisani, Alessandro Nerobutto, Stefano Strabello, Lorenzo Coppe, Davide Nicelli e Fabio Battilani saranno i nomi che, insieme ai due protagonisti del Ciocco, bisognerà tenere d’occhio.

Insomma, continua la tradizione Peugeot che punta a far maturare le nuove leve del rally italiano per cercare l’Andreucci del futuro, un pilota straordinario che continua a vincere e a convincere in coppia con Anna Andreussi. Inoltre, le 208 R2 rappresentano una palestra importante per poter ambire un giorno alla velocissima R5 a quattro ruote motrici, un’auto da specialisti che necessita di doti fuori dal comune per essere spinta al massimo.

Vedremo quali nomi svetteranno nella prova tanto impegnativa quanto affascinante della Targa Florio, dove la tradizione di una competizione che ha fatto storia si unisce con la novità rappresentata dai nuovi nomi del rallismo grazie a Peugeot.