Nissan: presentati i programmi del motorsport per il 2018

Il Colosso nipponico ha svelato i numerosi programmi motorsport che la vedranno impegnata nel 2018, tra cui l’atteso debutto il Formula E.

Nissan: presentati i programmi del motorsport per il 2018

Tutto su: Nissan

di Francesco Donnici

13 febbraio 2018

Nissan e la divisione NISMO (Nissan Motorsport) hanno svelato i programmi sportivi per il 2018 che comprendono anche  il debutto del colosso nipponico nel Campionato FIA di Formula E e la presenza di nuove formazioni nel campionato Super GT giapponese.

Formula E

La quinta stagione del campionato che vede gareggiare le monoposto elettriche vedrà quindi il debutto del primo costruttore giapponese in questo tipo di competizione ecosostenibile. La vettura sarà presentata il prossimo marzo sotto i riflettori del Salone di Ginevra 2018, mentre prossimamente saranno svelati anche le informazioni relative al team e ai piloti. Il Campionato di Formula E porterà in dote importanti novità, a partire dall’utilizzo di una inedita combinazione telaio-batteria e sistemi di propulsione delle monoposto, con lo scopo di eliminare l’operazione di cambio vettura che fino ad oggi risultava necessaria a metà delle gare.

Il debutto di Nissan nel campionato di Formula E rientra nella strategia globale della Casa nipponica battezzata Nissan Intelligent Mobility che punta a rivoluzionare il settore automotive in chiave sostenibile integrando sempre di più le automobili con la società moderna. Non è infatti un caso che Nissan è considerato uno dei leader mondiali della mobilità elettrica, grazie anche al successo ottenuto dalla Leaf, ovvero il veicolo a trazione 100% elettrica più venduto al mondo.

Super GT Categoria GT500

Tra gli altri obiettivi di Nissan troviamo la volontà del costruttore giapponese di riconquistare il titolo nella classe GT500 del Super GT portando in pista quattro GT-R Nismo, dopo i successi ottenuti nelle stagioni 2014 e 2015. Gli ultimi due anni hanno infatti lasciato l’amaro in bocca, considerando che nel 2016 la Casa di Yokohama ha primeggiato in cinque gare su otto, mentre nel 2017 si è fatta sfuggire il titolo per soli due punti.

Laureatisi campioni nel 2014 e 2015, i piloti Tsugio Matsuda-Ronnie Quintarelli si metteranno per la quinta stagione consecutiva alla guida di una Motul Autech GT-R Nismo. Con 19 vittorie, Matsuda risulta saldamente in testa alla classifica storica dei piloti della GT500, mentre Quintarelli può vantare nel suo palmares di vittorie ben 4 titoli che lo rendono il vincitore del maggior numero di campionati di questa serie.

NDDP Racing e B-MAX che risultano al debutto nella GT500, potranno contare sull’esperienza di Satoshi Motoyama che sarà affiancato dal giovane e promettente Katsumasa Chiyo. Daiki Sasaki e Jann Mardenborough – quest’ultimo campione della GT Academy – gareggeranno con il team IMPUL, mentre Kondo Racing avrà in forze il vincitore della Formula 3 giapponese 2017 Mitsunori Takaboshi e Joao Paulo de Oliveira.

La Nissan GT-R Nismo GT500 è stata aggiornata nella versione 2018 in numerosi punti, a partire dall’aerodinamica, ottimizzata per migliorare il flusso d’aria lungo la sezione centrale del veicolo. L’utilizzo di un propulsore più potente, abbinato ad una maggiore solidità, ha permesso invece di ottenere una migliore guidabilità del mezzo, inoltre tutti i componenti alterabili sono stati revisionati per aumentare il potenziale della vettura.

Programmi per i clienti

Nissan ha deciso di mettere a disposizione dei clienti la nuova generazione della GT-R Nismo GT3 dotata di specifiche 2018. Il reparto Nismo continuerà con il suo lavoro di supporto nei confronti di clienti e team che dovranno affrontare il Super Taiku e il Super GT in categoria GT300 a bordo di una GT-R Nismo GT3 versione 2015.

In un secondo momento, la Casa giapponese svelerà tutti i dettagli che caratterizzeranno la partecipazione di Nissan alla Blancpain GT Series Endurance Cup. Come se non bastasse, il costruttore nipponico fornirà i suoi motori sia ai prototipi racing che nella LMP3 dove si continuerà a sfruttare l’apprezzato propulsore da competizione Nissan VK50.