F1: la Red Bull non avrà gerarchie nel 2011

La conferma sulla strategia del team campione del mondo per il 2011 arriva direttamente dal boss della scuderia Dietrich Mateschitz

F1: la Red Bull non avrà gerarchie nel 2011

di Valerio Verdone

25 novembre 2010

La conferma sulla strategia del team campione del mondo per il 2011 arriva direttamente dal boss della scuderia Dietrich Mateschitz

Sono appena finiti i festeggiamenti per un’annata straordinaria in casa Red Bull ma già si pensa alla prossima stagione, nella quale il team austriaco è chiamato a difendere i suoi titoli mondiali. E proprio in riferimento al titolo piloti vinto da Vettel, il boss Dietrich Mateschitz ha dichiarato che anche nel 2011 nel suo team non ci sarà una prima guida.

Mark Webber ha perso il mondiale ma non per questo riceverà un trattamento differente dalla Red Bull- ha spiegato il numero uno della squadra – Mark poteva vincere il titolo ed è arrivato fino alla fine con la possibilità di superare Fernando Alonso. Questo basta a dimostrare il suo enorme valore. La Red Bull crede nei suoi due piloti, entrambi di primo livello. Entrambe due prime guide. Non ci saranno primi o secondi”.[!BANNER]

Si ripartirà da zero quindi, con l’australiano che tenterà di conquistare quel titolo svanito nelle ultime gare del 2010 e il giovane tedesco impegnato a difendere il numero uno che campeggerà sulla sua monoposto. “Vettel ha vinto ed è stato splendido – ha continuato  Mateschitz – ci ha regalato una soddisfazione incredibile ma nel 2011 dovrà dimostrare e confermare ancora una volta il suo valore. E il suo primo rivale sarà proprio Mark Webber”.

No votes yet.
Please wait...