Formula 1: il 2010 un anno da record!

Mai in 60 anni quattro piloti sono arrivati all'ultima gara con la possibilità di vincere il titolo

Formula 1: mondiale 2010 da record

Altre foto »

Rocambolesco, entusiasmante, controverso, si sprecano gli aggettivi per giudicare il mondiale di F1 appena concluso che ha visto il trionfo di Vettel al volante della Red Bull. Mai, in 60 anni di massima formula, l'ultima gara ha visto quattro piloti in lizza per il titolo mondiale ed un grafico rende l'idea dell'andamento altalenante di una stagione al cardiopalma.

Tra le coordinate cartesiane si nota l'inizio di stagione entusiasmante di Felipe Massa che aveva illuso il pilota verdeoro, il momento magico di Jenson Button che è riuscito a vincere sotto la pioggia guadagnando i punti per rimanere in lizza fino al Gran Premio di Corea e il recupero straordinario di Fernando Alonso che ha avuto un'ottima seconda parte di stagione.

 

Ma è ben evidente anche il piglio deciso di Lewis Hamilton che ha comandato la classifica piloti per una parte della stagione, il degrado delle prestazioni di Webber nelle ultime gare e l'aggressività di Sebastian Vettel che è riuscito a trionfare in extremis.

Una storia ben diversa da quella vista lo scorso anno, dove Button ha avuto come avversario più ostico un Webber che è poi svanito in cinque gare cruciali in cui non ha  portato a casa un solo punto.

 

 

Se vuoi aggiornamenti su FORMULA 1: IL 2010 UN ANNO DA RECORD! inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 19 novembre 2010

Vedi anche

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

Un ritiro che di fatto... non c'è mai stato: per sostituire Bottas approdato in Mercedes, la Williams sigla un contratto con il driver paulista.

Dakar 2017, si conclude con il trionfo Peugeot

Dakar 2017, si conclude con il trionfo Peugeot

Storica tripletta per la 3008DKR nella difficile maratona motoristica

Dakar 2017: annullata la nona tappa

Dakar 2017: annullata la nona tappa

La decisione è stata presa per colpa del brutto tempo