WTCC: ancora poker Seat a Puebla

Ancora niente da fare nel WTCC contro le Seat Leon TDI che dominano anche il secondo appuntamento intercontinentale

WTCC: ancora poker Seat a Puebla

Tutto su: SEAT Leon

di Leopoldo Canetoli

23 marzo 2009

Ancora niente da fare nel WTCC contro le Seat Leon TDI che dominano anche il secondo appuntamento intercontinentale

.

Quattro corse, quattro vittorie. Ormai questa Seat Leon turbodiesel sembra imprendibile e il duo Muller-Rydell prende il volo in campionato con 30 punti rispetto ai 20 di Augusto Farfus. Yvan Muller nelle prime fasi di gara 2 ha lasciato sfogare i compagni Jordi Genè e Gabriele Tarquini che stringevano nella loro morsa un Jorg Muller davvero veloce. Ma quando tutti aspettavano l’attacco del tedesco a Genè, è arrivato il contatto con Tarquini. Jorg si è girato mentre l’abruzzese è andato largo perdendo posizioni. Ad approfittarne sono stati così Yvan Muller e Andy Priaulx che si sono subito messi alla caccia di Genè.

All’ottavo passaggio il francese, approfittando di un’incertezza di Genè lo ha infilato portandosi dietro Priaulx che non si è lasciato sfuggire l’occasione. L’attenzione si è quindi spostata sul duello Priaulx-Y.Muller con l’inglese che le ha provate tutte pur di passare. Un attacco vero e proprio però non è mai arrivato e così il numero 1 della Seat, pur con molta fatica per via del consumo delle gomme, ha tagliato per primo il traguardo.

Terzo posto per un ottimo Rydell che ha portato a termine un fine settimana quasi perfetto che gli è valso la leadership del campionato seppur in coabitazione con il compagno Yvan Muller. Quarto Augusto Farfus autore di una bella gara. Il brasiliano ha preceduto il tandem Italy-Spain formato da Sergio Hernandez e Alex Zanardi che si sono dimostrati davvero efficaci.

Decimo posto finale per Nicola Larini. Il toscano partito dalla pole, ha fatto quello che ha potuto con una Chevrolet Cruze ancora troppo acerba. Il toscano però va premiato in quanto ha portato il primo punto mondiale alla Casa americana. Ci ha pensato lui, perché Robert Huff e Alain Menu in gara uno erano troppo presi a darsele di santa ragione. Ancora un flop per Tiago Monteiro che in quattro gare non ha raccolto nemmeno un punto.

In gara 1 si era assistito al dominio di Rydell che partito moltobene è riuscito a prendere il comando dopo un bel sorpasso su Farfus. Alla fine il pilota della Seat è riuscito anche a contenereil ritorno rabbioso di Priaulx e mantenere la testa della gara, conquistando così il terzo successo consecutivo su tre gare per la Seat.