Hamilton, Vettel, Verstappen, Alonso: ecco il valzer dei sedili

Utopia? In parte sì, ma Mercedes, Ferrari e Red Bull potrebbero fare mercato piloti tra di loro e dare vita a una nuova era per il gioco delle coppie, con un sogno italiano sotto l’albero del Circus.

Hamilton, Vettel, Verstappen, Alonso: ecco il valzer dei sedili

di Francesco Parente

26 dicembre 2017

Quando la Formula 1 non gira più in pista a correre veloci sono le notizie, i retroscena, gli aneddoti, le curiosità, le bugie e le verità nascoste, quelle mai dette. Gli attori principali del Circus si rilassano, ma si risvegliano così troppo in fretta da un letargo a cui non sono abituati, così si confessano, si confrontano, raccontano, desiderano, sperano in strategie, mosse astute, prestazioni che in verità non si sono ancora avverate o mai ottenute.

Con i test fermi e gran parte del lavoro che si svolge principalmente nelle fabbriche, a tenere banco sono quelle che i tifosi amano definirle “chiacchiere da bar”; ma dentro ogni bar, turbine di parole, accuse, sparate a zero, un fondo di verità c’è sempre, proprio per quel detto secondo cui “pulcinella scherzando scherzando disse la verità”.

Niki Lauda & Helmut Marko: amici MAI

Così in una mattina di inverno, fredda ma assolata, una di quelle che preparano la strada al dolce e sereno Natale, Niki Lauda e Helmut Marko iniziano a stuzzicarsi l’uno con l’altro, e trovano nei loro due piloti di punta un appassionato argomento da bar. Cosa ne esce fuori? Il Boss della Red Bull difende il suo vivaio, spiega all’uomo Mercedes che è possibile avere in casa un pilota giovane, forte e soprattutto che costa molto ma molto meno di Hamilton. Certo, l’inglese non è l’ultimo arrivato, parliamo sempre di un 4 volte Campione del Mondo, è chiaro che costa, ma vincere, secondo Marko, è possibile anche con una politica da talent scout, soprattutto se si ha la monoposto migliore (la storia, la sua storia gli ha dato ragione proprio con Vettel…ricordate?).

Hamilton dal suo conto si sente stracoccolato dalla Mercedes: Niki Lauda, Toto Wolff e compagnia bella hanno plasmato intorno a lui un team vincente che, pensate un po’, solo lo stesso Lewis è riuscito a demolire (buttando via la conquista del Campionato del Mondo 2016). L’inglese quindi sta bene dove sta, però nell’ultimo anno e mezzo non ha mai perso occasione di svelare il suo desiderio più grande: guidare la Ferrari in Formula 1. La sua ultima dichiarazione d’amore? “Amo follemente il colore Rosso”. A buon intenditor, poche parole.

In Mercedes amano due galli in un box

Helmut Marko si tiene stretto il giovane olandese, ma sa che se non gli garantisce la monoposto più forte, lo perderà a mani basse: Verstappen vorrà andare in un team vincente e soprattutto capace di pagarlo quanto un Campione del Mondo. Quali opportunità avrà l’olandese? La Ferrari cari miei è la chiave di tutto: se Hamilton riuscirà a chiudere la sua carriera in Rosso, allora Vettel potrà farlo in Mercedes, a casa sua! Il team tedesco punterà forse su una line up di primissimo livello, perché ha fatto le ossa sulla propria esperienza, sa di certo gestire due galli in un pollaio e farlo con Vettel e Verstappen potrebbe essere l’ideale.

La domanda ora è: chi guiderà la Red Bull??? In nostro aiuto stavolta è arrivato proprio il mago Adrian Newey, che preso anche lui dalla noia di un inverno freddo e lungo, ha deciso di unirsi ad alcuni amici per una birra in un caldo pub inglese. Fiumi di chiacchiere e di risate, tavoli pieni di boccali e un segreto svelato: la Red Bull e Fernando Alonso sono stati per ben due volte molto vicini ad un accordo negli ultimi tempi. Dimenticavo…chi guiderà la Red Bull? Alonso e Ricciardo, molto amici anche fuori il circus, sono piloti tenaci, veloci e passionali…il top per Helmut Marko.

In Ferrari…VIVA L’ITALIA

Che sogni…neppure troppo fantasiosi, la Formula 1 è il mondo dell’impossibile dove tutto si può, dove un’era dura molto poco ma si vive tanto intensamente, dove ogni evenienza diventa storia mitica e sempre conservatrice di aspetti di cui riparleremo fra tanti e tanti anni. Ultimi appunti: a proposito di era, pare che si stia per chiudere quella della prima fase dell’ibrido, pare inoltre che gli schieramenti attuali potrebbero aprire scenari solo ad oggi impossibili, ma i nostri super eroi sono già al lavoro e non amano perdere tempo, perché loro lottano contro il tempo. Vi auguriamo buone feste, lettori e appassionati di automobili, di motorsport e soprattutto di Formula 1. Scrivo accanto ad un albero di Natale tutto illuminato, sotto il quale il mio “Red Fast Babbo Natale” ha già depositato qualche dono. I più li ho scartati, ne è rimasto solo uno sotto l’albero natalizio e vorrei regalarlo ad un pilota italiano: un volante Ferrari, perché…non me l’ero dimenticato, accanto a Red Fast Hamilton c’era un sedile vuoto…c’è un altro sogno da realizzare: di nuovo un italiano al volante della Ferrari.