F1, Corea: Berger accusa Webber

Secondo l’ex pilota del Cavallino Gerhard Berger, l’australiano voleva buttare fuori Alonso o Hamilton

F1, Corea: Berger accusa Webber

di Valerio Verdone

29 ottobre 2010

Secondo l’ex pilota del Cavallino Gerhard Berger, l’australiano voleva buttare fuori Alonso o Hamilton

Nella corsa che ha riaperto il mondiale, in molti hanno notato delle anomalie nell’inutile rientro in pista di Webber in seguito al suo incidente e tra questi, spicca l’autorevole parere di Gerard Berger: uno che di gare se ne intende.

“Avrebbe potuto frenare e fermare la vettura nei pressi del muro – spiega l’ex pilota Ferrari – ha buttato fuori Rosberg, ma era la persona sbagliata. Penso avrebbe preferito Alonso o Hamilton“. Accuse pesanti, che vanno di pari passo con le aumentate quotazioni di Vettel in casa Red Bull. Infatti, se Webber avesse messo fuori gioco Alonso, avrebbe spalancato le porte del mondiale a al suo compagno di squadra.[!BANNER]

“Penso fosse una manovra deliberata, è stato molto evidente – continua Berger – è uscito e sapeva che la sua gara era finita. In quel momento sei frustrato e ti passano per la testa mille pensieri. Ma è molto evidente, le sue ruote non sono bloccate. Forse ha avuto un problema ai freni, ma non credo”.

Insomma, dopo la delusione per un mondiale quasi svanito, Webber ora si ritrova al centro di unpresunto complotto e viene additato come pilota antisportivo. La realtà invece è che alla Red Bull hanno completamente sbagliato la gestione dei piloti durante tutto l’arco del campionato ed ora ne pagano le conseguenze.