F1: Alonso promuove la Corea

Il pilota spagnolo appare soddisfatto del circuito di Yeongam

F1: Alonso promuove la Corea

di Valerio Verdone

21 ottobre 2010

Il pilota spagnolo appare soddisfatto del circuito di Yeongam

Le prime impressioni di Fernando Alonso sul nuovo circuito coreano sono positive e fanno ben sperare per il gran premio di domenica. “Devo dire che la prima impressione è positiva – afferma il campione di Oviedo – innanzitutto non ci sono grandi sorprese: c’è una corrispondenza fra quello che avevamo visto al simulatore nelle scorse settimane e la realtà. Mi sembra un circuito molto interessante e divertente per la guida, soprattutto nell’ultimo settore”.

Parole che alimentano buoni propositi tra i tifosi ferraristi, perché quando un pilota riesce anche a divertirsi, può contrastare meglio la tensione e guidare in maniera più efficace. Ma a proposito di guida, a quale circuito assomiglia quello di Yeongam? “E’ un misto di vari tracciati – spiega Alonso – il primo settore ricorda molto il Bahrain: lunghi rettilinei con brusche frenate che portano a curve da 180°. Il secondo richiama la Turchia, in particolare la curva 11 che ti fa pensare alla 8 di Istanbul, mentre l’ultimo è simile al terzo di Abu Dhabi”. Insomma, un bel mix che metterà alla prova i piloti, da sempre entusiasti di confrontarsi con nuovi tracciati.[!BANNER]

“Quando si arriva su una pista nuova c’è ancora più voglia di guidare – racconta il due volte campione del mondo – penso che potremo assistere ad una gara spettacolare: ci sono almeno un paio di punti dove i sorpassi sembrano possibili, in particolare alla staccata della curva 3 dove si arriva al termine di un rettilineo lungo oltre un chilometro. Ci sarà molta azione lì al primo giro della gara, più di quella che vedremo dopo la partenza”.