F1: Hamilton spera nella fortuna

Il pilota della McLaren guarda alla stagione del 2007 e non si arrende

F1: Hamilton spera nella fortuna

di Valerio Verdone

14 ottobre 2010

Il pilota della McLaren guarda alla stagione del 2007 e non si arrende

Dopo le prestazioni opache delle ultime tre gare, Lewis Hamilton da grande protagonista è passato al ruolo di guest star con un distacco dal leader della classifica Mark Webber di ben 28 punti. Ovviamente, con 3 gare da disputare, i giochi non sono ancora fatti, ma è chiaro che il pilota anglocaraibico può solo sperare in un’impresa o affidarsi alla dea bendata.

E’ sempre più difficile – spiega Hamilton – ma in una situazione come questa guardo a quanto è accaduto nel 2007. Penso che Kimi Raikkonen era 17 punti indietro a due gare dalla fine, ma è riuscito a vincere il campionato del mondo. Ho imparato in più di una occasione che il titolo non è vinto fino all’ultimo respiro, quindi non ho rinunciato definitivamente“.[!BANNER]

Affermazioni dettate dalla voglia di riscattarsi da una stagione fatta di alti e bassi e da un agonismo che rappresenta il marchio di fabbrica del driver McLaren già proiettato verso la prossima gara. “In Corea voglio vincere – afferma – e so che possiamo riuscirci“.