Marchionne vuole in pista Alfa e Maserati

Sergio Marchionne ha dichiarato di puntare a portare nuovamente Alfa Romeo e Maserati nel mondo delle corse

Marchionne vuole in pista Alfa e Maserati

Tutto su: Alfa Romeo

di Andrea Barbieri Carones

18 ottobre 2010

Sergio Marchionne ha dichiarato di puntare a portare nuovamente Alfa Romeo e Maserati nel mondo delle corse

“I have a dream” si legge tra le righe in una recente intervista a Sergio Marchionne pubblicata sulla Gazzetta dello Sport. Già, il sogno è molto chiaro: portare in pista Alfa Romeo e Maserati, rinverdendo un passato non troppo lontano in cui le auto delle due Case italiane gareggiavano ad alto livello. E la mente degli appassionati subito alla 24 Ore di Le Mans, una vetrina sportiva seconda solo alla Formula 1.

“Questi due brand – ha detto il numero uno del Lingotto al quotidiano rosa – meritano i palcoscenici della competizione. E sarebbe stupido da parte nostra non concederglieli, soprattutto alla luce di quello che ha fatto il tridente con la MC12 nel campionato Fia GT“.

In questa categoria internazionale Fia hanno gareggiato auto gran turismo derivati da modelli di serie e Maserati ha conquistato piazzamenti dominanti fino alla disputa dell’ultima edizione, nel 2009. Naturalmente l’ambizione del manager italo-canadese è quella di mandare le sue Alfa e Maserati a gareggiare in competizioni importanti. Per questo motivo, la palla passerà al presidente Montezemolo, più esperto in questo settore.[!BANNER]

Marchionne evidenzia poi come non si possano lanciare programmi sportivi che siano in concorrenza o addirittura in conflitto con quelli Ferrari. Inoltre ammette che l’unico ostacolo, a questo punto, rimane il budget.

A questo proposito Alfa Romeo negli ultimi anni è sembrata andare proprio nella direzione opposta: è uscita dal Wtcc per mancanza di una vettura che potesse competere ad alti livelli ed ha smesso di gareggiare in forma ufficiale alla fine del 2005, quando fu deciso il disimpegno nelle gare Turismo con la 156 GTA.