F1: altro che ritiro, Schumacher rilancia

Il tedesco Michael Schumacher mette a tacere i rumors su un suo possibile ritiro e punta tutto sul 2011

F1: altro che ritiro, Schumacher rilancia

di Valerio Verdone

24 settembre 2010

Il tedesco Michael Schumacher mette a tacere i rumors su un suo possibile ritiro e punta tutto sul 2011

Non è facile abbattere psicologicamente un campione come Michael Schumacher, ci vuole ben altro che una stagione sfortunata per metterlo al tappetto, perché un fuoriclasse si dimostra tale proprio nei momenti difficili e nelle situazioni più scomode riesce a trarre gli stimoli per ritornare al vertice. Così, per smorzare tutte le voci che lo volevano fuori dal circus iridato al termine della stagione, il fenomeno di Kerpen ha dichiarato: “Non vi sbarazzerete facilmente di me!”

Parole dirette, che lasciano il posto a delle dichiarazioni in cui è possibile leggere grandi motivazioni e un impegno mirato a conquistare quel titolo mondiale che alimenterebbe la sua leggenda. “Il nostro obiettivo è naturalmente di vincere il campionato, meglio prima che poi, ma è un processo lungo e non siamo magici, così abbiamo cercato di massimizzare la nostra opportunità e decidere di puntare a prepararci per il 2011. Abbiamo preso questa decisione naturalmente considerando che le squadre che lottano per il campionato devono continuare a sviluppare l’attuale monoposto. Questo ci auguriamo che ci darà un leggero vantaggio per la ripresa nel 2011″.[!BANNER]

Insomma, gioca d’anticipo il campione tedesco, e ricorda che anche negli anni ruggenti in Benetton e Ferrari ci sono volute delle stagioni intere per sviluppare quelle monoposto con cui ha costruito i suoi sette titoli mondiali. Non rimane che attendere i prossimi campionati per vedere se anche con Mercedes ci sarà lo stesso epilogo.