Mini, il ritorno ai rally è sempre più vicino

Conlusi i primi test della nuova Mini Countryman allestita per il WRC da Prodrive, nel 2011 il ritorno alle competizioni

Mini, il ritorno ai rally è sempre più vicino

di Andrea Zuanni

17 settembre 2010

Conlusi i primi test della nuova Mini Countryman allestita per il WRC da Prodrive, nel 2011 il ritorno alle competizioni

Quarantatre anni fa Rauno Aaltonen portava una Mini Cooper a vincere per la quarta e ultima volta il Rally di Montecarlo. Un passato glorioso per la celebre vettura inglese, ancora forte nell’immaginario collettivo, nonostante siano passati tanti decenni. Per questo gli appassionati attendono con fervore un ritorno alle corse, dal momento della resurrezione del brand, avvenuta nel 2001 per opera di Bmw. Che non tarderà ulteriormente, come testimonia questa prima foto spia del muletto della nuova Countryman allestita da Prodrive per il WRC.

Il muletto, a detta di David Lapworth, direttore tecnico della Prodrive, ha superato la prima fase di test effettuati nello Warwickshire (Inghilterra), ed è pronto ad affrontare una settimana di test intensivi sulla ghiaia in Portogallo. Già dall’anno prossimo il nuovo team parteciperà ad alcune gare del campionato mondiale di rally, ma solo nel 2012 vi prenderà parte a tempo pieno.[!BANNER]

La Mini Cooper WRC del terzo millennio è stata sviluppata sulla base della Countryman, dotata di trazione integrale e più adatta agli sterrati della tre porte “borghese”, ed è mossa da un possente 1.6 turbo sviluppato in collaborazione con il gruppo PSA.

La livrea definitiva deve ancora essere disegnata, ma senza dubbio sarà molto diversa dalla colorazione mimetico-psichedelica di questo muletto, ideata per confondere le idee ai giornalisti indiscreti.