F1: più chiarezza sulla safety car

La FIA ha deciso che a partire dal prossimo Gran Premio di Silverstone entreranno in vigore nuove regole relative alle vetture di sicurezza

La gara di Valencia e le discussioni sulle vicende riguardanti la safety car hanno lasciato una scia di polemiche che ancora riecheggia nel circus e non potrebbe essere altrimenti. I commissari di gara, nell'occasione, non sono riusciti a ristabilire l'equilibrio alterato dall'ingresso della safety car e qualcuno, nello specifico la Ferrari, è rimasto penalizzato per aver rispettato alla lettera il regolamento. Così, Charlie Whiting, il direttore di gara della FIA, ha avuto un colloquio con i direttori sportivi dei team per fare chiarezza sulle fasi della corsa in regime di safety car.

Secondo vari rumors si sarebbe trovato un punto d'incontro relativo alla velocità delle monoposto; infatti, se fino allo scorso gran premio era possibile completare un giro in un tempo superiore del 120% al record della pista, da domenica, in occasione del GP di Silverstone, i piloti saranno costretti a rispettare la velocità imposta dalla safety car.

La nuova regola, verrà provata nel corso delle prove libere e nelle qualifiche di domani e sarebbe stata studiata per evitare che i piloti possano superare la vettura di sicurezza come ha fatto Hamilton nel corso del GP d'Europa.

Se vuoi aggiornamenti su F1: PIÙ CHIAREZZA SULLA SAFETY CAR inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 09 luglio 2010

Vedi anche

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Hayden Paddon al volante della sua Hyundai è stato protagonista di un terribile incidente che ha provocato a morte di uno spettatore.

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il popolarissimo telecronista della F.1 è scomparso ieri a 87 anni nella sua abitazione di Milano. Una vita a tu per tu con l'automobilismo sportivo.

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

Un ritiro che di fatto... non c'è mai stato: per sostituire Bottas approdato in Mercedes, la Williams sigla un contratto con il driver paulista.