F1: La Ferrari in casa del nemico

A Silverstone, vicino la sede dei principali avversari, il Team di Maranello tenterà il colpaccio

F1: La Ferrari in casa del nemico

Tutto su: Ferrari

di Valerio Verdone

08 luglio 2010

A Silverstone, vicino la sede dei principali avversari, il Team di Maranello tenterà il colpaccio

C’è aria di riscatto nelle stanze di Maranello, dove si continua a lavorare per ritrovare quella vittoria che inizia a mancare da troppo tempo. La F10 è migliorata e in gara è capace di girare molto vicino ai tempi delle monoposto di vertice, ma la sorte continua a essere avversa al Team del Cavallino che a Silverstone vuole ribaltare tutti i pronostici.

Silverstone è il regno dei nostri avversari – spiega Stefano Domenicali, il Team Principal della Ferrari – che hanno nel raggio di pochi chilometri la loro sede. E’ uno stimolo in più per cercare di far bene anche perché sappiamo che in Inghilterra abbiamo molti tifosi”.

Parole che nascondono l’ambizione di dimostrare che tutto il lavoro di questi mesi porterà i suoi frutti. “Avremo degli aggiornamenti della vettura soprattutto per quanto riguarda l’ala anteriore e quella posteriore e ci aspettiamo un miglioramento ulteriore nelle prestazioni dal punto di vista generale. [!BANNER]

Sarà un ulteriore passo avanti, perché dopo avremo il GP di Germania e quello d’Ungheria prima della sosta estiva. E in ogni gara ci saranno dei pacchetti nuovi perché siamo solo a metà della stagione e non dobbiamo smettere di credere alla possibilità di vincere questi campionati perché possiamo ancora farlo”.

Insomma, in casa Ferrari il morale è alto, o perlomeno Domenicali cerca di alimentare l’entusiasmo del suo entourage; di sicuro l’impegno è apprezzabile e prima o poi porterà a qualcosa di buono. Nel frattempo però bisogna evitare che Hamilton e le Red Bull prendano il volo.