Rally: in Portogallo vince Ogier su Citroen C4

Il pilota della Citroen Ogier festeggia il suo primo successo in carriera davanti a Loeb e Sordo a bordo della sua Citroen C4

Rally, in Portogallo tripletta Citroen

Altre foto »

Si chiude nel segno di Sebastien Ogier il sesto appuntamento del mondiale WRC: il pilota transalpino, al volante della Citroen C4, ha preceduto il campione del mondo Loeb e l'altro alfiere del Double Chevron, Dani Sordo, per un podio tutto Citroen. Si tratta del primo successo in carriera per questo driver di talento che aveva trionfato nel mondiale junior WRC nel 2008.

Ogier ha respinto gli attacchi di Loeb nell'ultima parte della gara, terminando con 7"9 di vantaggio e rafforzando la sua posizione in classifica. Infatti, con la vittoria portoghese, il pilota francese, a quota 88 punti, è il primo inseguitore di Loeb che guida la graduatoria mondiale con 126 punti iridati. Con Hirvonen a 76 punti, la lotta per il titolo 2010 appare come una sfida tra i due alfieri Citroen, con Ogier che, gara dopo gara, tenterà di togliere lo scettro di campione a Loeb.

Nell'appuntamento dell'Algarve bisogna segnalare un altro piazzamento, non entusiasmante, di Kimi Raikkonen che ha chiuso la gara in decima posizione. Il pilota finlandese continua percorrere chilometri e chilometri con la C4 WRC ma al momento non è ancora pronto per sfidare i migliori.

Se vuoi aggiornamenti su CITROËN C4 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 31 maggio 2010

Altro su Citroën C4

Citroen C4 2015: il restyling è sempre più business
Anteprime

Citroen C4 2015: il restyling è sempre più business

La Casa francese rinnova la C4 nell’estetica e nei contenuti, pensando alla clientela business.

Citroen C4 e-THP PureTech 130cv: primo contatto
Ultimi arrivi

Citroen C4 e-THP PureTech 130cv: primo contatto

Al volante della Citroen C4 spinta dalla nuova motorizzazione benzina 1.2 tre cilindri turbocompressa da 130 cavalli Euro 6.

Citroen C4 L: spazio alla coda
Anteprime

Citroen C4 L: spazio alla coda

La famiglia della media francese si allarga con una nuova versione tre volumi dedicata ad alcuni mercati strategici come Cina e Russia.