La Formula 1 torna negli Stati Uniti

Dopo anni di assenza, le monoposto della massima formula correranno ad Austin in Texas a partire dal 2012

Dopo anni di assenza, la F1 tornerà  su un circuito statunitense con l'intento di avvicinare gli appassionati a stelle e strisce a una categoria notevolmente differente dalla Nascar e dalla Indy Racing League. Per l'occasione, le monoposto del circus iridato avranno un circuito costruito appositamente per le loro caratteristiche ad Austin, in Texas, dove correranno a partire dal 2012.

Soddisfatto Bernie Ecclestone che ha visto sfumare il sogno di correre a New York: "per la prima volta nella storia della Formula 1 negli Stati Uniti sarà costruito un impianto appositamente per ospitare un Gran Premio; erano 30 anni che la F1 non andava a correre su un circuito vero e proprio negli States, quando il GP si teneva con grande successo a Watkins Glen".

Ancora top secret le caratteristiche del tracciato che dovrà essere all'altezza degli standard dei circuiti più moderni. Di certo, l'idea di realizzare un impianto nuovo e adatto alle vetture di F1 consentirà di assistere a gare decisamente più avvincenti rispetto a quelle disputate dal 2000 al 2007 sul percorso ricavato all'interno dell'ovale di Indianapolis.

Se vuoi aggiornamenti su LA FORMULA 1 TORNA NEGLI STATI UNITI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 27 maggio 2010

Vedi anche

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

Un ritiro che di fatto... non c'è mai stato: per sostituire Bottas approdato in Mercedes, la Williams sigla un contratto con il driver paulista.

Dakar 2017, si conclude con il trionfo Peugeot

Dakar 2017, si conclude con il trionfo Peugeot

Storica tripletta per la 3008DKR nella difficile maratona motoristica

Dakar 2017: annullata la nona tappa

Dakar 2017: annullata la nona tappa

La decisione è stata presa per colpa del brutto tempo