Arriva la McLaren Mp4-24, parte Ron Dennis

Lascia il team Formula 1, si dedicherà alla prossima supercar di Woking

Doveva essere una interessante presentazione, della monoposto del campione del mondo, spina nel cuore della Ferrari. Ma in realtà il debutto della McLaren Mp4-24, la monoposto 2009 per Lewis Hamilton e Heikki Kovalainen, è quasi passata in secondo piano di fronte all'annuncio, dato in prima persona dal team manager Ron Dennis, dell'abbandono del ruolo di "team principal" della squadra, ruolo che verrà ricoperto dal mese di marzo dal suo vice Martin Whitmarsh. Se ci pensiamo bene non è una notizia inattesa.

La sua "testa" era stata chiesta già dalla stagione scorsa, alla luce di quel brutto episodio della "spy story" che aveva un po' macchiato il blasone della McLaren. Ma lui aveva risposto che se ne sarebbe andato quando voleva lui. E ancora oggi sostiene di non voler abbandonare, semplicemente di voler interessarsi a tempo pieno ad altri programmi: "Non mi ritiro, sia ben chiaro - ha tenuto a precisare - lavorerò duro come al solito. Seguirò lo sviluppo della produzione commerciale, un progetto per noi decisivo. Ma alle corse mi vedrete ancora, sono troppo appassionato...".

Ron Dennis, classe 1947, aveva deciso presto, a 18 anni, di impegnarsi come meccanico nel mondo delle corse. Lavorò con impegno anche per Jack Brabham, che un paio di volte lo ha ricordato come quel giovane che gli aveva montato il cambio alla rovescia...

Comunque abile e svelto, ambizioso e puntiglioso, appoggiato presto da un ricco sponsor tabaccaio, aveva fondato prima la Project Four per rilevare poi la decadente McLaren. Sotto la sua guida la squadra delle monoposto arancione e poi bianco rosse, per passare al colore argento del motorista Mercedes, hanno vinto 9 titoli mondiali piloti e 7 costruttori, grazie a personaggi del calibro di Senna, Prost e Lauda, per arrivare a Hamilton. E ora si ripresenta come fiero antagonista proprio della Ferrari, con la quale ha ingaggiato duelli storici.

Nominato cavaliere dell'impero britannico, Dennis ha voluto realizzare una factory modernissima disegnata dal Lord Norman Foster nella quale sono impiegati 1400 dipendenti. E' all'interno di questa sua "casa", che lui avrebbe voluto battezzare "paragon" che in greco significa eccellenza, che nascerà e si svilupperà il progetto della nuova supercar che porta la sigla McLaren P11.

Si tratterà di una berlinetta realizzata in tre versioni dotata di un motore Mercedes V8 da 6.2  litri, erogante almeno 600 cavalli, che dovrebbe venire a costare circa 150 mila dollari. La vettura sportiva sarà pronta nel 2010, e ingloberà quanto di meglio possibile sul piano dell'elettronica per prestazioni sorprendenti.

Se vuoi aggiornamenti su MCLAREN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 28 gennaio 2009

Altro su McLaren

McLaren 570S by Novitec: iniezione di potenza
Tuning

McLaren 570S by Novitec: iniezione di potenza

Novitec regala alla supercar inglese un aspetto più aerodinamico e aggressivo condito da un motore portato a 645 CV.

McLaren 570S: debutta l
Anteprime

McLaren 570S: debutta l'allestimento Track Pack

Uno nuovo alettone che migliora l'aderenza in curva e modifiche in funzione degli impieghi nei track day: è il nuovo kit proposto a 16.500 sterline.

McLaren 570S: le nuove serie limitate Design Editions
Anteprime

McLaren 570S: le nuove serie limitate Design Editions

Cinque allestimenti, ciascuno con il proprio carattere: sono le nuove proposte di personalizzazione per la 570S. Le prime consegne ad inizio 2017.